Gricignano / Cronaca

La scuola media di Gricignano nel mirino dei vandali

(Visualizzato 1372 volte)

La scuola media GRICIGNANO. Ancora un atto vandalico, ancora nel mirino la scuola media statale “Giovanni Pascoli”, ancora sconcerto e indignazione tra la comunità. A distanza di una settimana dall’episodio che ha visto ignoti intrufolarsi, nella notte tra sabato 3 e domenica 4 marzo, nell’istituto di via D’Annunzio e riversare a terra, in corridoi e classi, la polvere contenuta negli estintori, domenica mattina si è ripresentato lo stesso scenario.

La sala informatica depredata il 21 novembre 2006Anzi, si è trattato di un atto ancora più vile, dal momento che i vandali, probabilmente nella tarda serata di sabato, hanno svuotato gli estintori anche nella palestra e addirittura hanno defecato negli spogliatoi. Del fatto ci si è accorti in mattinata quando gli operatori addetti hanno aperto la scuola per preparare il campo di pallavolo della palestra dove gioca, ogni domenica, la locale squadra femminile che disputa il campionato di serie D con grandi risultati. Ma gli addetti non si sono lasciati spaventare da quello che forse è stato un gesto mirato, si sono rimboccati le maniche e hanno provveduto a ripulire il disastro creato dai vandali, riuscendo a preparare il campo per la partita pomeridiana, svoltasi regolarmente. Due episodi ignobili che si aggiungono all’altro grave atto vandalico dello scorso 4 dicembre, quando nel cortile antistante l’istituto fu sversata tutta l’immondizia contenuta nei cassonetti, e al maxifurto del 21 novembre, quando nell’aula informatica furono trafugati ben venti computer e accessori per un valore di circa 15mila euro. Senza dimenticare l’episodio avvenuto un anno prima, il 22 novembre 2005, quando fu dato fuoco alla sala professori assieme ai registri di classe, furono allagati bagni e corridoi, messe a l'incendio alla sala professori del 22 novembre 2005soqquadro tutte le aule, distrutte le fiorire e danneggiato l’acquario nell’androne. Una situazione che viene condannata dall’amministrazione comunale, nella persona dell’assessore alla pubblica istruzione Luigi Diretto. “Ormai si è oltrepassato ogni limite, è assurdo che genitori e alunni debbano subire degli affronti del genere”, afferma l’esponente della giunta guidata dal sindaco e assessore provinciale Andrea Lettieri, annunciando interventi mirati a scongiurare il rischio di future azioni di delinquenza: “Stiamo vagliando seriamente l’ipotesi di installare un sistema di videosorveglianza all’interno e all’esterno dell’istituto, – spiega Diretto – occorre solo un po’ di tempo per reperire i fondi necessari”.

I più letti

Ultimi Commenti