Politica

Aversa, la “storia infinita” del mercato ortofrutticolo. Il sindaco Golia: “Non escludiamo spostamento”

di Nicola Rosselli

Aversa (Caserta) – Come un fiume carsico, periodicamente esce in superficie. Il mercato ortofrutticolo di viale Europa continua ad essere oggetto di polemica con alcuni irriducibili operatori che non mollano, costretti come sono da oramai tre anni a non lavorare dopo la chiusura avvenuta nell’ottobre 2019 per motivi igienico-sanitari. – continua sotto –

Ad oggi, e da oltre un anno, il mercato è aperto per metà, mentre per l’altra metà ancora da ristrutturare, tutto è fermo. “Per questa parte – rivela il vicesindaco Marco Villano – è stato previsto l’abbattimento e la ricostruzione. Sono stati stanziati 580mila euro con una delibera varata a dicembre, ma gli uffici comunali sono in affanno. Ora parte la perizia geologica. Si potrebbe iniziare entro settembre”.

L’OPPOSIZIONE – “La storia infinita del Mof – afferma Gianluca Golia – è l’ennesima dimostrazione di come questa amministrazione affronta i problemi della città. Ultimo atto è lo stanziamento di altri seicentomila euro circa, per il completamento dei lavori dell’area. Lavori che vedranno impegnati altri professionisti come i geologi che a breve forniranno delle perizie utili all’inizio dei lavori, insomma, altri soldi e altro tempo (speriamo che a settembre possano iniziare i lavori) per ultimare l’opera. Fin qui nessun problema se non si considera però che, già sono stati impegnati oltre 500mila euro per effettuare la prima parte dei lavori per un totale di quasi 1 milione e 200mila euro e che, nel piano triennale delle opere pubbliche c’è una voce che indica l’edificazione di un nuovo mercato ortofrutticolo per quasi 10 milioni di euro”. “Un vero e proprio atto scellerato: spendere più di un milione per poi, a distanza di poco, – continua l’ex candidato sindaco – abbandonare quella struttura per usufruire di una nuova. Questa è la dimostrazione di quanta poca vision amministrativa caratterizza questa amministrazione, forte negli slogan e nei programmi futuri”.

IL SINDACO – A replicare il sindaco Alfonso Golia: “Il mercato ortofrutticolo non è stato abbandonato dall’amministrazione così come non sono stati abbandonati tanti cittadini che dall’amministrazione si aspettano equità e giustizia sociale. Dopo la sistemazione delle prime due batterie la volontà politica supportata dagli atti amministrativi già adottati è quella di sistemare anche le batterie restanti. Purtroppo, negli ultimi mesi abbiamo ascoltato tante chiacchiere da parte di alcuni inquinatori di pozzi abituati probabilmente a campare sulle spalle della comunità”. – continua sotto –

“Abbiamo messo in campo – continua il primo cittadino – un’azione di ripristino di decoro e sicurezza da un lato ma dall’altro anche un’azione di recupero dei crediti mai riscossi e la sistemazione di molte posizioni, così come va anche detto che molti imprenditori erano e sono in regola con i pagamenti. Vedete, far pagare tutti equamente non è un’azione contro il commercio del mercato ortofrutticolo ma bensì è a tutela di tutti gli interessati e di tutta la città. Era impensabile che c’erano imprenditori che pagavano 10 e altri 2 per lo stesso servizio. Ora dobbiamo solo lavorare per far partire presto il secondo lotto e contemporaneamente preparare una grande operazione di marketing comunicativo per far tornare ad essere punto di riferimento principale il nostro mercato ortofrutticolo”.

“Non escludiamo a priori – conclude il sindaco Golia – la necessità di uno spostamento del mercato ortofrutticolo negli anni a venire con un riadattamento delle strutture rigenerate. Un ringraziamento doveroso ai rappresentanti di categoria, ai tecnici comunali ed esterni, ai consiglieri comunali ed all’assessore Villano per il lavoro di ascolto e di proposta svolto fin ora”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico