Società

A Napoli la tappa di “Libere di Vivere”, mostra itinerante su equità sociale

di Redazione

Si è conclusa la tappa napoletana della mostra itinerante “Libere di…Vivere”, un appuntamento dedicato ai temi dell’equità sociale e delle competenze digitali. Il tour 2022, partito da Parigi, nasce da un’idea di Global Thinking Foundation, ed è giunto a Napoli con il supporto della Banca di Credito Popolare, di Fondazione Quartieri Spagnoli “Foqus” e di “Anonima Fumetti”, oltre al patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Commissione Ue, di ASviS, Pubblicità Progresso e Inclusione Donna. – continua sotto – 

“La dimensione cyber e digitale ha sicuramente un profilo di interesse molto specifico nel contrasto della violenza di genere. Creare le condizioni per una società più attenta alle donne e al lavoro è una condizione fondamentale per la crescita complessiva di questo Paese”. A dirlo, il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, con un messaggio inviato alla presidente e fondatrice di Global Thinking, Claudia Segre, in occasione della sesta tappa del tour 2022 del progetto.

“È una grande opportunità quella che ci ha dato la fondazione Global Thinking”, ha commentato il presidente della Banca di Credito Popolare, Mauro Ascione, sottolineando: “Manca ancora tanto, ma diciamo che siamo sulla buona strada”. Presente, tra gli altri, Marco Salvatore, presidente della fondazione Salvatore e fondatore della Scuola di Politica Milano Napoli PoliMiNa. IN ALTO IL VIDEO

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico