Cronaca

Gaeta, evasione fiscale su compravendita terreno: sequestri per 1,4 milioni, coinvolte due società beneventane

di Redazione

I finanzieri del comando provinciale di Latina, sotto la direzione della Procura casertana di Santa Maria Capua Vetere, hanno eseguito il sequestro di beni nei confronti di una holding immobiliare, resasi responsabile di un’evasione fiscale per 1,4 milioni di euro. – continua sotto – 

Il controllo economico del territorio aveva consentito di rilevare una compravendita di un ampio terreno sito a Gaeta (dove era ubicata la scuola americana), intercorsa tra due società con sede nel Beneventano a seguito della quale la società venditrice ha realizzato una plusvalenza di circa 7 milioni di euro. I verificatori, a seguito di mirate ed approfondite indagini, hanno rilevato come la plusvalenza realizzata dalla società venditrice – facente parte di una holding immobiliare e quindi soggetta a tassazione di gruppo (cosidetta “tax fiscal unit”) – fosse stata comunicata in minima parte (solamente 1/5), e non per intero alla società madre. In tal modo, è stato possibile evadere le imposte per 1,4 milioni di euro.

Gli elementi raccolti hanno consentito agli operanti di inoltrare una specifica segnalazione alla Procura sammaritana a carico dei rappresentanti legali delle due società (controllata e controllante) per il delitto di “dichiarazione infedele”. All’esito di ulteriori approfondimenti, la Procura ha avanzato richiesta, accolta dal giudice per le indagini preliminari, di sequestro preventivo dell’ingiusto profitto.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico