Politica

Aversa, Fiorenzano e Turco: “Da Dello Iacono scarsa partecipazione e accuse faziose”

di Redazione

Aversa (Caserta) – «Abbiamo letto con grande attenzione le dichiarazioni della consigliera Dello Iacono, e tanto cresceva l’attenzione quanto cresceva la perplessità rispetto alle questioni poste, ritenendo pertanto opportuno e doveroso un chiarimento politico ed amministrativo per rendere davvero edotti i cittadini e non lasciar loro leggere messaggi politici totalmente distorti dalla realtà». Così i consiglieri di maggioranza Pasquale Fiorenzano e Federica Turco in risposta alle dichiarazioni della consigliera di opposizione, Imma Dello Iacono, che ha criticato l’atteggiamento del sindaco Alfonso Golia rispetto alle problematiche della città (leggi qui). – continua sotto –  

«Innanzitutto – affermano Fiorenzano e Turco – in tema di responsabilità bisogna ricordare che la consigliera Dello Iacono ha iniziato la sua esperienza amministrativa in maggioranza, grazie alla vittoria al ballottaggio del sindaco Alfonso Golia, e quindi aveva il tempo ed il modo per trasformare le sue priorità politiche in azioni ed atti concreti, ben più complessi rispetto a dichiarazioni giornalistiche palesemente faziose e precostituite. Non si può, inoltre, non evidenziare come la consigliera abbia scelto, per la sua analisi politica, dei temi sentiti e caldissimi, oggetto di ampie e lunghe discussioni in Consiglio comunale e nella commissione Movida creata dal sindaco e dall’assessore Innocenti a cui erano invitati a partecipare tutti i consiglieri comunali. Sarebbe interessante magari evidenziare le presenze in questi appuntamenti della consigliera, il tempo di permanenza, le soluzioni proposte, insomma verificare nel concreto amministrativamente cosa la nostra collega ha prodotto ed offerto per la nostra comunità, nel rispetto del dialogo e del confronto che tra forze politiche dovrebbe sempre esserci».

«Allora, colmando le assenze e la scarsa partecipazione, – continuano i due consiglieri – proviamo con queste righe a fare chiarezza sui temi proposti. Quando questa amministrazione si è insediata l’unico finanziamento in disponibilità dell’ente era quello relativo a via Nobel. Oggi questa amministrazione ha in disponibilità 30 milioni di euro di finanziamento. Non c’è ne voglia la nostra collega, ma esclusivamente per merito dell’impegno e del lavoro che molti colleghi, assessori, sindaco e personale amministrativo svolgono quotidianamente vivendo il loro impegno con grande rispetto verso la loro comunità. Piazza Marconi è inserita nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche, ha una fonte di finanziamento precisa e reale, nessun libro dei sogni, ma i tempi sono quelli necessari per avviare un iter per la realizzazione di una grandissima opera pubblica. Nel caso la nostra collega conosca il modo per far prima non possiamo che essere felicissimi di far spazio alle sue soluzioni ed iniziative».

«Il mercato ortofrutticolo – aggiungono – oggi è riaperto e finalmente non è più “terra di nessuno”, l’attività si svolge con grande cura e dedizione, ed in consiglio comunale questa amministrazione ha investito altri 600mila euro circa per completare l’intera opera e consegnare alla Città e ai cittadini una struttura degna della nostra Città. Anche in questo ovviamente attendiamo soluzioni più efficaci e veloci delle nostre, non potremmo che accoglierle. Parco Pozzi e Piano traffico. Forse la consigliera non si è accorta che questa amministrazione investirà una somma importantissima per il Parco Pozzi e per gli altri parchi della città, interventi di circa mezzo milione di euro, che consegneranno alla città dei parchi idonei ed adeguati, da rivitalizzare senza dubbio con buvette e molto altro ancora. Il Piano Traffico, invece, verrà redatto dalla Facoltà di Ingegneria, non comprendiamo quale sia la lamentela sul tema. Se la collega si riferisce ai tempi, per noi ampiamente idonei, dovrebbe rivolgere critica al Dipartimento di Ingegneria. Ma comprendiamo anche questa confusione».

«Ed infine – sottolineano ancora Fiorenzano e Turco – si parla di Movida, eppure quando tutti i consiglieri sono stati riuniti sul tema, non ricordiamo la presenza della nostra collega, né tantomeno proposte concrete. Quindi queste dichiarazioni non possono che apparire un tentativo maldestro per provare a criticare ad ogni costo».

«Quello che davvero viene da chiedersi – concludono i due esponenti della maggioranza – è: carissima consigliera, noi ammettiamo le difficoltà amministrative, ammettiamo qualche errore e mancanza, ammettiamo la necessità di dover spingere ancora più forte sull’acceleratore, ma Lei è soddisfatta del suo impegno per amministrare la città? Ai posteri l’ardua sentenza».

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico