Politica

Manovra 2022, ok superbonus 110% senza tetto Isee e taglio bollette

di Redazione

Via libera al superbonus del 110% senza alcun tetto Isee. La commissione Bilancio del Senato ha votato l’emendamento alla Manovra 2022 che modifica la norma eliminando il vincolo dei 25.000 euro di reddito per le villette unifamiliari. La battaglia è stata portata avanti da tutta la maggioranza, che è riuscita ad ottenere il via libera del governo alla cancellazione del paletto per accedere al credito d’imposta al 110%. – continua sotto –

Via libera anche all’emendamento che stanzia 1,8 miliardi per il taglio delle bollette di luce e gas. La proposta di modifica alla legge raddoppia le risorse previste le risorse stanziate (2 miliardi), arrivando a un totale di 3,8 miliardi di euro, che saranno utilizzate nel primo trimestre del prossimo anno per calmierare i prezzi dell’energia.

Arrivano, inoltre, le quattro aliquote Irpef e va via l’Irap per circa un milione di partite iva. Approvato l’emendamento che distribuisce gli 8 miliardi di euro stanziati dal governo per il taglio delle tasse. Le nuove aliquote dell’imposta sulle persone fisiche sono: 23%, 25%, 35%, 43% e il nuovo metodo di calcolo delle detrazioni prevede che il bonus di 100 euro resti per i redditi fino a 15.000 euro (primo scaglione Irpef). La proposta di modifica approvata prevede, inoltre, la cancellazione dell’imposta regionale sulle attività produttive per imprenditori individuali e professionisti.

Nella notte, intanto, è arrivato, tra gli altri, il via libera all’innalzamento del tetto del bonus mobili da 5mila euro a 10mila euro; al rinvio di due anni l’entrata in vigore del regime Iva per il terzo settore; allo sgravio contributivo al 100% a favore delle micro imprese per i contratti di apprendistato di primo livello per i giovani under 25. – continua sotto –

La Manovra ora all’esame del Senato arriverà in commissione Bilancio alla Camera il 27 dicembre. Il lavoro della commissione si concluderà martedì 28 alle 13 e un’ora dopo, alle 14, il testo approderà in aula, secondo la tabella di marcia elaborata dalla capigruppo a Montecitorio, che è stata informata dal rappresentante del governo presente alla riunione. La manovra dovrebbe essere approvata al Senato il 23 o il 24 di dicembre. I lavori della Camera si concluderanno il 30 o il 31 dicembre con l’approvazione della legge di Bilancio e riprenderanno lunedì 10 gennaio 2022 con la discussione generale delle pdl sull’attività di rappresentanza degli interessi (la cosiddetta “legge sulle lobby”), la revisione del modello delle Forze Armate e l’obbligo contributivo per i liberi professionisti.

Martedì 11 discussione mozioni su Transizione ecologica e Infrastrutture digitali, seguirà la pdl sullo sviluppo delle competenze non cognitive nei percorsi d’istruzione. Il decreto sul super Green pass (che scade il 25 gennaio), dovrebbe andare in aula il 17 gennaio. Nella settimana del 10 gennaio si svolgerà una nuova capigruppo. Il 4 gennaio il presidente della Camera Roberto Fico pubblicherà la lettera di convocazione dei seggi per l’elezione del presidente della Repubblica.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico