Cronaca

Commerciante ucciso durante tentata rapina nel Napoletano: i funerali di Antonio Morione

di Redazione

Celebrati questo pomeriggio, a partire dalle 16.30, a Torre Annunziata (Napoli), nel santuario dello Spirito Santo, conosciuto anche come chiesa del Carmine, i funerali di Antonio Morione, il 41enne titolare della pescheria “Il Delfino” di Boscoreale ucciso la sera del 23 dicembre durante una sparatoria seguita ad un tentativo di rapina avvenuta nella sua attività commerciale. – continua sotto –  

Ad officiare il rito funebre l’arcivescovo di Napoli, monsignor Domenico Battaglia, insieme a don Pasquale Paduano. Come annunciato nei giorni scorsi, il sindaco Vincenzo Ascione ha proclamato il lutto cittadino. Quello di Antonio Morione “è stato un delitto atroce e assurdo”, ha detto il vescovo Battaglia durante la sua omelia. “Il pianto aiuti questa comunità a mettere da parte diffidenza e rassegnazione. È arrivato il momento che la parte buona si faccia sentire”.

“Ancora troppi silenzi, è necessario che la città si svegli. A chi ha commesso questo dolore non possiamo offrire la nostra resa”, ha continuato monsignor Battaglia, riferendosi anche alla morte di Maurizio Cerrato, ucciso lo scorso aprile da un gruppo di quattro persone per aver difeso la figlia che aveva parcheggiato su un posto auto “occupato”. Poi l’appello ai killer di Antonio: “Il vero coraggio non è la fuga ma la consegna alla giustizia”. “Affinché la morte di Antonio – ha concluso l’arcivescovo – non cada nell’oblio dobbiamo impegnarci tutti. Antonio, aiutaci a trovare coraggio affinché possiamo stare sempre in piedi, in piedi”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico