Società

Biodigestore a Gricignano, Regione conferma “improcedibilità” e annulla conferenza servizi

di Antonio Taglialatela

Gricignano (Caserta) – Lo spettro del biodigestore a Gricignano si allontana. Il Dipartimento Ambiente della Regione Campania, ribadendo che l’istanza presentata dalla società “Ambyenta Campania” risulta “non procedibile” per carenza dei requisiti, e di conseguenza ne deriva “l’impossibilità del rilascio del provvedimento di AIA (Autorizzazione integrata ambientale, ndr.)” e quindi dell’Autorizzazione Unica, ha comunicato il preavviso di rigetto dell’istanza per ottenere il Paur – Provvedimento Autorizzatorio Unico Regionale necessario per la realizzazione dell’impianto di produzione di biometano da Forsu nella zona industriale Asi “Aversa Nord”, sul territorio gricignanese. – continua sotto – 

Pertanto, la Regione ha annullato la conferenza di servizi in programma per domani, giovedì 2 dicembre, e rigettato l’istanza di differimento della stessa conferenza chiesta dallo studio legale che rappresenta la “Ambyenta”. Ora la società ha dieci giorni per presentare eventuali osservazioni.

Tra i requisiti mancanti per ottenere l’autorizzazione ambientale c’è, in particolare, la titolarità dei suoli sui cui costruire il megaimpianto dal momento che, lo scorso ottobre, la “Immobiliare Grecini”, proprietaria dei terreni, ha deciso di risolvere il contratto preliminare di compravendita ritenendo sussistenti diverse inadempienze da parte della Ambyenta (leggi qui). Un aspetto che è stato al centro della conferenza di servizi tenutasi lo scorso 12 ottobre (leggi qui).

Intanto, il Comitato #NoBiodigestore e le associazioni scese in campo da oltre un anno contro la realizzazione dell’impianto esultano per la notizia ma invitano comunque a non abbassare la guardia. “Finché non c’è definitiva certezza di una rinuncia e/o di un’irreversibile archiviazione della proposta, non bisogna mai abbassare la guardia. – commenta l’avvocato Nicola Tessitore – Non occorre fermarsi solo al presupposto del titolo di proprietà e/o ai profili tecnici e urbanistici, che potrebbero sempre variare, ma è necessario mettere davanti anzitutto e sempre le criticità sanitarie e ambientali. Attenti alle furbe tattiche del temporeggiare”. Ottimista il sindaco Vincenzo Santagata che posta sui social un laconico quanto speranzoso: “Ci siamo quasi!!!”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico