Cronaca

Santa Maria Capua Vetere, mozzarella “non troppo” di bufala: blitz in caseificio

di Redazione

Blitz dei carabinieri forestali in un noto caseificio di Santa Maria Capua Vetere, nel Casertano, dove venivano vendute “mozzarelle di bufala” che, in realtà, erano costituite da una netta prevalenza di latte vaccino rispetto all’ingrediente più pregiato, ossia il latte di bufala. – continua sotto – 

Una frode che, secondo i militari, veniva posta in essere da tempo e che aveva consentito al caseificio conseguire un ingente illecito profitto in quanto il latte vaccino ha un costo di approvvigionamento nettamente inferiore rispetto a quello di latte di bufala, oltre a “raggirare” gli inconsapevoli consumatori e a danneggiare gli operatori virtuosi che producono mozzarella nel rispetto delle regole.

Si è quindi proceduto al sequestro preventivo di tutta la mozzarella esposta nel punto vendita, per complessivi 128 chilogrammi, oltre al sequestro probatorio degli esemplari degli incarti utilizzati per il confezionamento e delle documentazioni contabili utilizzate per addivenire alla rintracciabilità della produzione. Il legale rappresentante della società casearia è stato denunciato in stato di libertà.

I carabinieri, intanto, precisano ai consumatori che nessun pericolo o rischio sanitario è stato ravvisato nella fase di produzione delle mozzarelle sequestrate, in quanto per la loro produzione sono state utilizzate idonee materie prime risultate regolarmente tracciate ma impiegate nella fase di trasformazione in un rapporto percentuale diverso rispetto a quello dichiarato in etichetta. Insomma, nessun pericolo per la salute di chi ha acquistato il prodotto.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico