Cronaca

Giovane operaia muore per un sorpasso azzardato: 72enne indagato per omicidio stradale

di Redazione

Non ce l’ha fatta Sara Candeago, la 19enne originaria di Nebbù di Pieve di Cadore (Belluno), rimasta coinvolta in uno scontro tra auto avvenuto nel pomeriggio del 9 settembre lungo la statale 51, all’altezza di Perarolo, all’ingresso del Ponte Cadore, in direzione nord. – continua sotto – 

L’incidente ha coinvolto quattro mezzi. Sara è stata subito intubata sul posto della tragedia e poi condotte con l’elisoccorso all’ospedale di Treviso, dove è deceduta poco dopo. Le altre tre persone coinvolte nell’impatto, di cui due trevigiane, sono rimaste ferite ma non sono gravi e sono state trasportate per accertamenti all’ospedale di Pieve di Cadore. – continua sotto – 

Sara, che lavorava alla “Trenti Industria Occhiali”, nella zona industriale Ansogne, a Perarolo, in provincia di Belluno, si stava dirigendo, a bordo di una Renault Clio, verso Pieve di Cadore, dove viveva coi genitori. Poco prima delle 18 il tamponamento tra la sua autovettura, una Opel Astra guidata dal un 43enne e due Mercedes, una condotta da un 72enne e un’altra da un 75enne. – continua sotto – 

Secondo una prima ricostruzione, sarebbe stato un sorpasso azzardato, da parte del 72enne, L.B., alla guida di una delle Mercedes, una C220, a provocare l’incidente. L’uomo, nonostante la linea continua, avrebbe invaso la terza corsia, opposta al senso di marcia in cui viaggiava Sara. Ora è indagato per omicidio stradale anche se per i carabinieri, che conducono le indagini, vi sono diversi aspetti da chiarire sulla dinamica. – sotto un’altra immagine – 

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico