Cronaca

Tragedia a Pinetamare: 56enne di Cardito muore annegato, lascia moglie e tre figli

di Redazione

All’indomani della tragedia sulle spiagge di Pinetamare, a Castel Volturno, nel Casertano, arrivano notizie più precise sulle vittime e la dinamica di quanto accaduto. Il bilancio è di un morto, Claudio D.S., 56 anni, originario di Cardito (Napoli), e due feriti. Nessun disperso, come era stato diffuso in un primo momento indicando un 25enne, nipote del deceduto, scomparso in mare. – continua sotto – 

Nel primo pomeriggio di ieri, 17 agosto, Claudio si trovava sulla spiaggia libera del litorale domizio, vicino al “Fontanablu”, per trascorrere qualche ora al mare, in quel momento agitato. Si tuffava in acqua e, ad un certo punto, incontrava difficoltà a tornare a riva, venendo travolto dalle onde. La scena veniva notata da alcuni giovani che tentavano una “catena umana” per recuperarlo ma, a loro volta, venivano trascinati dalle onde, per poi essere tratti in salvo. – continua sotto – 

Sul posto giungevano gli uomini della Guardia costiera, i Vigili del fuoco e i carabinieri che, anche con l’ausilio di sommozzatori e di un elicottero, recuperavano il corpo senza vita del 56enne e si mettevano alla ricerca di un nipote di quest’ultimo, disperso in acqua nel tentativo di salvarlo, sulla base di segnalazioni che, però, risultavano errate. Forse qualcuno, in preda al panico, aveva confuso il presunto disperso con un giovane che aveva partecipato al disperato salvataggio del 56enne e che poi era stato a sua volta soccorso e riportato in spiaggia. L’assenza del giovane veniva, tra l’altro, confermata da un amico della vittima presente sul posto. Claudio D.S., che lavorava nella storica azienda di famiglia, una fabbrica di bomboniere a Casavatore, lascia moglie e tre figlie.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico