Gricignano

Gricignano, il “giallo” del ricorso contro Ecoplus. Lettieri: “Dubbi sulla validità”

Gricignano (Caserta) – Del ricorso presentato dal Comune di Gricignano contro l’autorizzazione concessa all’Ecoplus dalla Regione Campania per il trattamento dei rifiuti umidi non c’è traccia. A riferirlo, in una videointervista rilasciata a Pupia (guarda il video in alto), è il capogruppo dell’opposizione, Vittorio Lettieri, dopo aver richiesto informazioni negli uffici comunali. – continua sotto –  

Per il leader di “Gricignano al Centro”, tra l’altro, si tratta di un ricorso che potrebbe essere invalidato sia per la modalità di conferimento dell’incarico legale, avvenuto su diretta emanazione della giunta e non su mandato al dirigente competente, sia per il ritardo di presentazione poiché i termini scadevano intorno al 25 maggio e la delibera è stata approvata il giorno dopo la scadenza. L’azienda, ricordiamo, è finita nel mirino dell’opposizione e del Comitato #NoBiodigestore dopo che ha ottenuto l’autorizzazione per il trattamento di rifiuti di 110mila tonnellate all’anno rifiuti inerti e, successivamente, una variante all’autorizzazione per lavorare anche i codici Cer relativi a scarti alimentari anch’essi come “materia prima seconda” per la produzione di biogas, quindi potenzialmente utile per il biodigestore che la “Ambyenta Campania” intende realizzare nella zona industriale e contro il quale è in atto da mesi la protesta di associazioni e cittadini. – continua sotto –  

Dubbi anche sul contenuto del ricorso: Lettieri, infatti, chiede di sapere cosa ha eccepito il legale nel ricorso, in particolare se è stato affrontato l’argomento del piano regolatore vigente del consorzio Asi che inquadra quella su cui dovrebbe sorgere la Ecoplus come “zona servizi”. A tal proposito, Lettieri fa sapere che, dopo che l’azienda ha chiesto l’autorizzazione a costruire al Comune, il Comune stesso ha chiesto un parere all’Asi sulla possibilità di edificare in quell’area. L’Asi, fino ad oggi, non ha risposto e per il capogruppo della minoranza scatta “il sospetto che l’Asi non risponderà mai a quella richiesta” e così “l’imprenditore potrà avvalersi del silenzio assenso, iniziando a costruire”. – continua sotto –  

Nella seconda parte della videointervista, che pubblicheremo nei prossimi giorni, con Lettieri abbiamo parlato anche del nuovo Puc – Piano urbanistico comunale (ex Prg) del Comune di Gricignano e delle voci riguardanti “strane” compravendite di terreni agricoli.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico