Teverola

Teverola, ex Mulino Chirico: opposizione chiede seduta del Consiglio Comunale

Teverola (Caserta) – In una nota inviata al presidente del Consiglio Comunale, Gennaro Caserta, il gruppo consiliare di opposizione “Teverola Città Fertile” chiede una seduta del Civico consesso per discutere dell’area dismessa dell’ex Mulino Chirico, situata nel centro storico. – continua sotto – 

“Si tratta – scrivono dalla minoranza – di stravolgere in maniera irreversibile il tessuto urbanistico e le entrate delle casse comunali. Gli argomenti cogenti sono due: il piano di recupero in zona ‘A’ centro storico; lo scomputo degli oneri di urbanizzazione per il rilascio dei permessi a costruire. Relativamente al primo punto, tutti sanno che l’unica area rimasta a disposizione nel centro storico è il vecchio Mulino Chirico. Da informazioni raccolte, l’area in argomento pare che sia già entrata in possesso di un grande marchio di distribuzione alimentare”. – continua sotto – 

L’iniziativa relativa allo scomputo degli oneri, ancorché riguardi una chiara volontà espressa dall’amministrazione comunale, secondo l’opposizione “impone una riflessione e di certo non può passare come un atto ordinario”. “Lo scomputo degli oneri di urbanizzazione sui permessi a costruire – continua la missiva di Città Fertile – segna uno spartiacque nella macchina amministrativa. È noto che tale entrata economica concorre alla manutenzione del patrimonio comunale (scuole, cimitero, strade, manutenzione ordinaria e straordinaria). Di grandi aree da edificare ne sono rimaste poche, una di esse rientra, certamente, nel comparto sud-est, come ben espresso nella delibera in titolo.  È indispensabile, evidenziare che il mancato gettito di centinaia di migliaia di euro arrecherà un danno economico permanente alle casse comunali e a tutta la comunità”. – continua sotto – 

“L’area dismessa del Mulino Chirico – concludono dall’opposizione – è l’unico spazio rimasto nel centro storico di Teverola, la sua destinazione riguarda tutti i teverolesi. Considerata la rilevanza del tema, chiediamo di convocare un consiglio comunale ‘ad hoc’ per coinvolgere tutte le associazioni ed i professionisti del settore della nostra città”.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico