Aversa

Aversa, componenti Commissione Trasparenza: Consiglio rinviato dopo zona rossa

Aversa (Caserta) – La seduta di Consiglio comunale convocata per questo pomeriggio con all’ordine del giorno la ricomposizione della Commissione Consiliare di Garanzia e Trasparenza è stata rinviata a causa del sopravvenuto ingresso della Regione Campania in zona rossa. – continua sotto –

Il presidente del Civico consesso aversano, Carmine Palmiero, che aveva convocato la seduta, su richiesta dei dodici consiglieri che compongono la maggioranza, alla luce della nuova situazione, nella mattinata di ieri ha convocato i capigruppo per una verifica sul da farsi. Alla riunione erano presenti Giuseppe Stabile, Alfonso Oliva, Mimmo Menale, Roberto Romano e Paolo Santulli, ai quali il presidente Palmiero ha chiarito i termini dei vincoli della zona rossa, ossia Consiglio a distanza, tranne che in casi particolari o eccezionali. «Tenuto conto che dobbiamo dare esempio di rispetto delle norme, – ha dichiarato l’ex parlamentare Paolo Santulli – trattandosi di una cosa non importantissima e considerato che la Commissione Trasparenza non si riunisce da secoli, ho chiesto di rinviare». – continua sotto –

Stabile, Oliva e Menale, in seconda battuta, si sono rimessi al presidente, mentre il pentastellato Roberto Romano, passato in maggioranza nel dicembre scorso, era dell’idea di tenere la seduta in ogni caso. Palmiero, che all’indomani dell’ingresso della Campania in zona rossa aveva anche scritto al Prefetto per un confronto sull’applicazione delle norme, alla fine ha rinviato il Consiglio non appena ci sarà la fuoriuscita della regione da tale colorazione. Il Consiglio, come hanno spiegato sia Santulli che Palmiero, si dovrà tenere per forza di cose in presenza perché, dovendosi votare i membri della commissione, con la seduta a distanza non sarebbe stato possibile, stante l’attuale organizzazione informatica del Comune, garantire la segretezza dei voti espressi dai singoli consiglieri. – continua sotto –

Intanto, Santulli parla di polemica strumentale da parte dei consiglieri di maggioranza che avevano chiesto la convocazione dell’Assise: «Era un atto dovuto – commenta l’ex parlamentare – ed il presidente, per effettuare le sostituzioni in Commissione, lo avrebbe fatto motu proprio. Ma le dimissioni del consigliere da sostituire, Vincenzo Angelino, al presidente sono arrivate congiuntamente alla richiesta di convocazione fatta da questi consiglieri che, così facendo, vogliono dimostrare di fare qualcosa. La maggioranza, dopo aver trovato la quadra, aveva fatto dimettere, a quasi un mese dalle dimissioni del consigliere Dello Vicario, il consigliere Angelino e, dopo pochi minuti, aveva chiesto la convocazione del Consiglio comunale per riparare. Purtroppo, dopo la convocazione è stata decretata la zona rossa. Prendo atto del rinvio che, per rispetto ai commercianti, imprenditori e professionisti aversani costretti a casa e senza lavoro ritengo, ritengo sia doveroso».

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico