Aversa

Aversa, mercato ortofrutticolo verso riapertura parziale: si attende riscontro Asl

Aversa (Caserta) – Uno spiraglio in fondo al tunnel in cui si è stoppato il mercato ortofrutticolo. Si è, infatti, in attesa del riscontro dell’Asl alla richiesta del Comune di aprire in parte, dopo oramai oltre quattordici mesi di chiusura forzata, la struttura di viale Europa. La ditta che ha eseguito i lavori ha decretato la fine delle opere preventivate e l’amministrazione comunale ha effettuato una pulizia radicale dell’intera area rimuovendo sette tonnellate di rifiuti. Da qualche giorno è partita, inoltre, una nota diretta all’Asl con la quale l’Amministrazione chiede di verificare se si possa dare il via alla riapertura del mercato ortofrutticolo. – continua sotto – 

«Dopo un lungo periodo di chiusura – ha dichiarato in merito il sindaco di Aversa Alfonso Golia – aspettiamo l’ultimo passaggio burocratico per aprire il mercato ortofrutticolo per l’area interessata dai lavori». «Ci aspettano – ha continuato il primo cittadino – giorni di intenso lavoro anche sul versante prettamente amministrativo confidando nella collaborazione da parte di tutti gli attori. Così, come su altre questioni ingarbugliate presenti in città all’atto del nostro insediamento, anche per il mercato ortofrutticolo abbiamo messo le fondamenta per il riordino». – continua sotto – 

Come emerge anche dalle parole del sindaco Golia ad essere riaperta sarà una parte della struttura, quella interessata ai lavori, appunto, mentre l’altra dovrebbe essere oggetto di interventi. Per cui i poco più di cinquanta, tra commissioni, rivenditori e coltivatori diretti dovrebbero stringersi cercando di rientrare, momentaneamente, per consentire la realizzazione delle opere nella parte che dovrà rimanere ancora chiusa. «Si tratta – affermano gli operatori – di un’assurdità. In primo luogo, infatti, non riusciamo a capire perché i lavori in questi lunghi quattordici mesi, non hanno interessato l’intera area». «Qualcuno, poi, ci dovrebbe spiegare – continuano – come potremo sistemarci in uno spazio più ristretto rispetto al precedente se, in questo particolare momento che stiamo vivendo a livello mondiale, con una pandemia in corso, sono continui gli appelli a distanziarsi e gli esercizi pubblici di somministrazione sono stati facilitati nelle loro attività di ampliamento degli spazi a disposizione». – continua sotto – 

Intanto, altro round a favore dell’amministrazione comunale per quanto riguarda il pagamento del canone di occupazione dello spazio pubblico occupato. Nella scorsa estate, dalla casa comunale sono partite una serie di diffide al pagamento per circa due milioni di euro. Una volta vistosi notificati questi avvisi, gli operatori morosi, in buona parte, si sono rivolti al Tribunale di Napoli Nord per chiederne l’annullamento previa sospensione. Due di questi, per il momento, si sono visti rigettare la richiesta di sospensione. «Un’altra azione – ha dichiarato ancora il sindaco Golia – verso la normalizzazione di questa città. Tutti dobbiamo pagare le tasse per pagarne tutti di meno come affermavo anche in campagna elettorale».

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico