Aversa

Aversa, rissa in Via Seggio: scatta “Daspo” per quattro giovani

Aversa (Caserta) – Quattro giovani aversani sono stati raggiunti da un provvedimento di “Daspo” che dispone per loro il divieto di accedere a manifestazioni sportive calcistiche e di pallacanestro per la durata di due anni (a Francesco Picone, 24 anni, e Raffaele Cipro, 19) e di un anno (a Nicola Coscione, 21, e Nicola Chiacchio, 20). Sono ritenuti responsabili di una rissa verificatasi lo scorso 6 giugno in via Seggio, cuore della “movida” di Aversa.

La misura di prevenzione, eseguita dagli agenti del commissariato di Polizia di Stato aversano, guidato dal primo dirigente Vincenzo Gallozzi, è stata predisposta dalla Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Caserta sulla scorta delle novità legislative introdotte in materia di Daspo che prevedono la possibilità di disporre la misura interdittiva  nei confronti di soggetti denunciati o condannati, anche con sentenza non definitiva, nel corso dei cinque anni precedenti, per alcuni specifici reati anche se le condotte non sono state commesse in occasione o a causa di manifestazioni sportive: i cosiddetti “Daspo fuori contesto”. Con questo tipo di divieto, l’accesso negli stadi sarà negato ai soggetti ritenuti potenzialmente “pericolosi” con l’obiettivo di contenere ulteriormente la contiguità tra criminalità comune e tifoserie violente.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico