Aversa

Real Agro Aversa, Luciano Lisbona nuovo responsabile settore giovanile

Aversa (Caserta) – Ventata di novità nel mondo del calcio aversano che comunque non rinuncia alla competenza e all’esperienza: Luciano Lisbona è il nuovo responsabile della scuola calcio e del settore giovanile del Real Agro Aversa. Si tratta del coronamento di un percorso di rinnovamento fortemente voluto dal presidente Guglielmo Pellegrino, che è riuscito in un solo anno a migliorare la situazione globale del team calcistico e a portare la squadra in serie D. Dopotutto, chiuso l’accordo con l’Opes Campania per lo stadio ‘Bisceglia’, era inevitabile si puntasse al cambiamento totale e, soprattutto, alla costruzione di un settore giovanile all’avanguardia, tra i migliori della provincia di Caserta e della Regione Campania.

Davanti a una prospettiva del genere, nessun nome sembrava più adatto di quello di Luciano Lisbona, stimatissimo storico ex capitano del Real Aversa degli anni ‘80 e ‘90. Alle origini, alcova di antiche glorie mai dimenticate dai tifosi normanni, torna dopo ben 13 anni di lavoro a Carinaro con il Real Carinaro. In effetti, nonostante Lisbona non sia stato l’unico grande giocatore aversano dei tempi d’oro, è probabilmente quello che più ha lasciato il segno, grazie non solo alle vittorie – nel ruolo di capitano – come quella del campionato 1987, la prima promozione della città di Aversa con accesso nell’interregionale (non si dimentichi che in quel campionato i dirigenti erano Bisceglia e Serra e il direttore sportivo era il già citato Guglielmo Pellegrino), ma anche al suo incredibile carisma. Torna da responsabile quindi Lisbona ad Aversa, dopo essere stato calciatore, allenatore dell’eccellenza e direttore sportivo.

“Sono molto emozionato – commenta Lisbona – ma in questo momento mi preme anzitutto volgere un pensiero ad alcune persone: ringrazio immensamente la società Real Carinaro, il presidente Carmine Paciello e in particolare il presidente Enzo Iavarone del centro sportivo e il padre Luigi. Persone splendide che mi hanno dato la possibilità di vivere, dopo tanti anni, questa esperienza lavorativa nella mia città. Sarò onesto, se non fosse stato per Aversa, a cui sono legato per nostalgia e grande affetto, non avrei mai lasciato Carinaro. Vorrei, inoltre, ringraziare il presidente Pellegrino, che per me non è semplicemente un presidente, ma un amico essenziale, un fratello fin dal 1970 (avevamo rispettivamente 6 e 14 anni quando ci siamo incontrati per la prima volta). Lui era anche molto legato ai miei compianti fratelli, Alfonso e Francesco (detto Kane). Ci lega qualcosa di unico e fraterno che non dimenticherò mai”.

“È come un sogno che si avvera! “, esclama il tecnico, che non vede l’ora di cominciare: “Occuparmi della mia passione nella città che ha visto i miei più importanti passi calcistici? Non potevo chiedere di più. Sono davvero felice”. Assieme a Lisbona ovviamente ci saranno gli allenatori con i quali collabora da anni. Il segretario della scuola calcio sarà Antonio Improda. In foto: la squadra, con Pellegrino direttore sportivo e Lisbona capitano, vincitrice del campionato del 1987. Lisbona è il terzo in alto da sinistra.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

blank
Condividi con un amico