Castel Volturno - Cancello ed Arnone

Castel Volturno, inchiesta Clinica Pineta Grande: Domenico Romano torna in libertà

Castel Volturno (Caserta)– Arriva un’altra decisione del tribunale del Riesame nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Santa Maria Capua Vetere che lo scorso 23 gennaio ha investito la clinica “Pineta Grande” di Castel Volturno (leggi qui). Dopo la revoca degli arresti domiciliari a Vincenzo Schiavone, imprenditore della sanità proprietario della clinica, per il quale è stato disposto l’obbligo di dimora fuori dalla Regione Campania, è stata annullata la misura cautelare del divieto di dimora in Campania per Domenico Romano, di Castel Volturno, responsabile dei lavori di ampliamento della struttura ospedaliera.

Accusato in concorso, con Vincenzo Schiavone e Giuseppe Schiavone, funzionari della Soprintendenza di Caserta, di abuso d’ufficio, falso in atto pubblico e corruzione in relazione alle opere di ampliamento della clinica, in fase di realizzazione e sottoposte a sequestro nel settembre 2019, Romano è tornato in libertà con il solo divieto di esercitare la professione di geometra. A Vincenzo Schiavone e Romano il Riesame ha annullato la misura cautelare limitatamente alle contestazioni di abuso di ufficio e falso ideologico riguardanti il rilascio del parere paesaggistico da parte della Soprintendenza di Caserta.

La Procura, tuttavia, in una nota precisa che “il Riesame ha confermato la sussistenza della gravità indiziaria con riferimento al concorso dello stesso Romano nei fatti contestati al geometra Carmine Noviello, all’epoca dei fatti responsabile dell’Ufficio tecnico comunale di Castel Volturno, e Vincenzo Schiavone, riqualificati dallo stesso Tribunale del Riesame nel reato di abuso di ufficio, in sede di decisione dell’impugnazione proposta dallo stesso Schiavone avverso l’originaria ordinanza cautelare. Risulta, invece, confermato il quadro di gravità indiziaria in relazione alla illecita gestione della procedura dal punto di vista degli aspetti urbanistici e ambientali”.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico