Aversa

Aversa, l’imprenditore Canciello asfalta cortile scuola Cimarosa: il web si divide

Aversa (Caserta) – Un genitore di una alunna del Quarto Circolo Didattico rientrante nell’istituto comprensivo «Domenico Cimarosa» provvede, a proprie spese, ad asfaltare il viale di accesso e il cortile della scuola. E ad Aversa l’opinione pubblica si divide. Tutto inizia con un post che il dirigente scolastico della Cimarosa, Mario Autore, scrive sulla pagina «CimarosaQuarto in…forma» per annunciare agli alunni quanto avrebbero trovato tornando a scuola il 7 gennaio scorso, dopo la pausa dovuta alle festività natalizie.

«Al rientro a scuola, – ha scritto il dirigente scolastico con laurea in Medicina – alunni, genitori e docenti del plesso di via Giotto troveranno una sorprendente novità». Quale? E’ presto detto. Autore, infatti, continua: «La generosità, l’attenzione al benessere e la visione della scuola come luogo da migliorare e curare per assicurare una positiva accoglienza per un’intera comunità educante sono i valori in cui credono due splendide persone, genitori di una nostra alunna: il dottor Ferdinando Canciello e sua moglie Laura. A loro vanno i nostri più sentiti ringraziamenti». Passano solo pochi minuti e si formano immediatamente due “partiti”, quello che vorrebbe esteso a più non posso questa forma di moderno mecenatismo e chi, senza porsi troppe domande, è contrario tout court poiché «non è possibile che un privato, sia pure d’accordo con il dirigente scolastico, si metta ad asfaltare cortile e viale».

«E’ come – affermano molti post apparsi sul web – se un estraneo venisse a casa tua e la ristrutturerebbe, ne dipingesse le mura o pianterebbe piante in giardino a tua insaputa considerato che la scuola non è né del dirigente scolastico né di Canciello, ma del Comune di Aversa». Ad aumentare la bagarre la circostanza che l’imprenditore fa parte della dinastia Canciello che ha portato una nuova ventata all’interno dell’Area di Sviluppo Industriale – Asi di Aversa Nord. Ecco, allora, che alcuni ricordano che la famiglia Canciello avrebbe pronta già una struttura in quella zona per ospitare il mercato ortofrutticolo e che, per facilitare questa operazione, l’amministrazione comunale starebbe agendo con molta lentezza nel tentativo di riaprire la vecchia struttura di viale Europa chiusa, oramai, dal lontano 10 ottobre scorso. Insomma, la dietrologia è letteralmente esplosa. Lo stesso sindaco Alfonso Golia, interpellato sull’argomento in un primo momento, ha preso tempo limitandosi ad affermare che si sarebbe informato.

Alla fine, dal quarto piano della casa comunale, quello dove ha sede l’ufficio tecnico, è venuta una risposta: «Il dirigente scolastico Mario Autore ha chiesto ed ottenuto l’autorizzazione dal dirigente comunale Raffaele Serpico». Una spiegazione che, però, non soddisfa i più, perché, come ha affermato un tecnico del settore, «chi ha controllato che il lavoro sia stato fatto a regola d’arte? Se qualcuno si fosse infortunato, chi sarebbe stato responsabile: il comune, il dirigente scolastico o il privato?». Insomma, un atto di liberalità rischia di diventare un caso.

Sono in molti, però, gli addetti ai lavori, altri dirigenti scolastici e docenti, interpellati che evidenziano come non sia, oramai, una novità quella dei privati che effettuano lavori di manutenzione agli infissi, ad esempio, o che acquistano suppellettili quali sedie e banchi per consentire lo svolgimento dell’attività didattica che, altrimenti, non sarebbe possibile espletare. Né, del resto, gli enti locali, comuni e province, riescono a soddisfare le necessità di manutenzioni di edifici spesso vecchi di decenni e, per questo, se non sottoposti a continua opera di manutenzione sarebbero pericolanti da un pezzo.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico