Cronaca

Portano in ospedale la figlia di 10 anni per scatti d’ira: scoprono che è cocainomane

di Redazione

I suoi scatti d’ira si pensava fossero legati a problemi psichici. E invece hanno scoperto che la loro bambina, di soli 10 anni, era dipendente da cocaina. Una storia incredibile che arriva da Vimercate, in provincia di Monza e Brianza, dove una coppia, portando la figlia in ospedale l culmine di una crisi di nervi, hanno ricevuto dai medici la notizia: la piccola fa uso di droghe pesanti.

Da tempo, la bambina dava segni di forte collera, spesso inspiegabile, secondo quanto scrive “il Giorno”. A scuola non andava bene e le sue esplosioni d’ira erano incontrollate. Quell’ultimo episodio aveva convinto i genitori a chiedere aiuto ai medici, che hanno svelato cosa ci fosse dietro le difficoltà della piccola.

Ma come è potuto accadere che una bambina di 10 anni sia diventata tossicodipendente? Sembra che la piccola, lasciata spesso sola in casa, mentre il padre e la madre erano al lavoro, passeggiava da sola, con in tasca i soldi della paghetta. Probabilmente ha fatto l’incontro sbagliato, uno o più spacciatori senza scrupoli non si sono fatti problemi a rifornirla di droga nonostante la giovanissima età.

I pusher prima le hanno dato spinelli e droghe leggere, per poi farla passare alla cocaina. Al momento la bambina, che non ha detto nulla finora su chi siano gli spacciatori, è stata prima ricoverata e poi trasferita in una comunità per minori, dove personale specializzato ha avviato la terapia finalizzata alla disintossicazione.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico