Cronaca

Castellammare, rapina in gioielleria e titolare ferito: 3 arresti

di Redazione

Sono stati identificati e arrestati dai carabinieri i tre rapinatori che ferirono un gioielliere colpendolo con il calcio di un fucile a Castellammare di Stabia (Napoli) lo scorso 23 marzo. Si tratta di un 43enne e un 42enne di Giugliano, agli arresti domiciliari, e di un 46enne, stabiese, tutti noti alle forze dell’ordine e ritenuti responsabili di rapina aggravata in concorso, lesioni aggravate, porto e detenzione illecita di arma clandestina e ricettazione.

I carabinieri sono riusciti a risalire all’identità dei tre utilizzando le immagini di diversi circuiti di videosorveglianza pubblici e privati, intercettazioni, riconoscimenti fotografici e dichiarazioni dei testimoni e della vittima. Nella ricostruzione della dinamica è emerso che il ferimento del gioielliere è avvenuto perché i tre, pur avendo trovato la cassaforte all’interno della gioielleria, non riuscivano ad aprirla.

Dopo aver preso 30 bracciali d’oro e altri gioielli del valore complessivo di circa 13mila euro, sono scappati venendo ripresi da più telecamere installate lungo la strada percorsa.

I carabinieri hanno eseguito nei loro confronti un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Torre Annunziata su richiesta della Procura oplontina.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico