Cronaca

Curti, picchiava la moglie e la costringeva a rubare: finisce in carcere. Complici anche suocera cognata della vittima

di Redazione

Curti (Caserta) – Tonicel Ciurariu, 27 anni, è finito in carcere con l’accusa di maltrattamenti contro familiari conviventi, violenza e minaccia per costringere altri a commettere reati, lesioni personali Coinvolte anche la madre Tercuta e la sorella Doina, per le quali è stato disposto il divieto di dimora nel Comune di Curti.

Dalle indagini della polizia di Stato sono emerse diverse condotte poste in essere dal rumeno ai danni della coniuge, con la complicità dei propri familiari. La vittima subiva sofferenze fisiche e morali tali da renderle la vita quotidiana dolorosa, mortificante ed intollerante.

Veniva segregata in casa per giorni, percossa più volte, anche con oggetti contundenti, e costretta a commettere furti in più esercizi commerciali, sorvegliata a vista e picchiata quando si rifiutava di commettere reati.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico