Pupia.TV - Sito con notizie di informazione locale e nazionale

Pupia.TV Aggiungi Pupia ai Preferiti Preleva feed RSS
 On-line  
468
 Visite
40.023.095
.
.
.
.
.
        
.
.
.
.
.
.
CAMPANIA      
Roma, monete false da 1 e 2 euro: scoperta zecca clandestina

di Redazione del 19/01/2013 in Cronaca - Letto 1423 volte

 ROMA. Brillante operazione a tutela dell’Euro portata a termine nei pressi della Capitale dai Carabinieri e dalla Guardia di Finanza.

I Finanzieri del Gruppo di Aversa e i Carabinieri del Comando Antifalsificazione Monetaria di Roma, con un blitz scattato nella tarda serata di mercoledì scorso, hanno fatto irruzione all’interno dell’autorimessa di una villa isolata, ubicata nelle campagne di Gallicano nel Lazio, adibita a vera e propria zecca clandestina per la coniazione di monete Euro false di ottima fattura.

Tre i falsari arrestati in flagranza di reato, mentre erano intenti a produrre le monete contraffatte: due di loro vantano un’esperienza da orefici e incisori, messa a frutto per la creazione delle matrici impiegate per la coniazione. Un lavoro certosino di altissima precisione, posto al servizio di un’attività illecita che avrebbe assicurato, dato il considerevole quantitativo di valuta che la zecca clandestina sarebbe stata in grado di produrre, notevoli profitti, ottenuti, pazientemente, attraverso lo smercio di monete da 1 e da 2 euro.

Per meglio ingannare la buona fede delle persone e agevolare l’immissione in circolazione della valuta falsa, le monete da 2 euro erano coniate con la faccia nazionale italiana nella versione commemorativa “Olimpiadi Invernali di Torino”, meno diffusa e conosciuta, così come le monete da 1 euro riportavano la faccia nazionale francese, meno frequente nel nostro paese.

VIDEO

Oltre alle numerose monete false già pronte per essere spese, Carabinieri e Finanzieri hanno sequestrato, all’interno dell’opificio clandestino, anche decine di migliaia di anelli e tondelli necessari per l’illecita produzione, in procinto di essere utilizzate per la ulteriore coniazione di un ingente quantitativo di monete da immettere nel mercato. Posti sotto sequestro anche la pressa idraulica, i conii per le incisioni ed altro materiale impiegato per la falsificazione, per un valore totale di circa 120mila euro.

Nel corso dell’operazione è intervenuto sul posto anche personale dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato (Cnac - Coin National Analysis Centre)  competente per le analisi tecniche sulle monete, nonché l’European Technical Scientific Centre (Etsc) presso l’Ufficio Europeo per la Lotta Antifrode (Olaf) della Commissione Europea, per la valutazione della diffusione della contraffazione anche a livello internazionale. Alto è infatti l’interesse delle Istituzioni europee per la protezione della valuta comunitaria.

La Procura della Repubblica di Tivoli, informata dei fatti, ha convalidato gli arresti e impartito direttive per lo sviluppo delle indagini. L’operazione dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza rappresenta un ottimo esempio di collaborazione tra le Forze di Polizia che, in un periodo di crisi economica, hanno intensificato gli sforzi per proteggere i cittadini da chi tenta di approfittare della loro fiducia.




 









Altre Operazioni
Pagina Stampabile    Segnala questo articolo a un amico

Condividi articolo su:
    

Non è possibile commentare questo articolo

Pupia - La Tua Informazione - Si ricorda che le responsabilità dei contenuti degli articoli sono a carico del singolo autore e che si può risalire alla postazione da cui vengono effettuati i commenti e la chat. Pertanto, si raccomanda un linguaggio moderato e corretto. Vetrinista Firenze
PUPIA di Andrea Aquilante: testata editoriale telematica iscritta nel Registro della Stampa presso il Tribunale di Santa Martia C.V. (Ce) n. 692 del 20 settembre 2007 - P.I. 03296370616. Powered by Clanius.