Aversa

Aversa, mercato ortofrutticolo riaprirà nei tempi previsti? Dubbi M5S anche su fondi

Aversa (Caserta) – Mercato ortofrutticolo di Aversa, avanti piano…quasi adagio. A piccoli passi, tanto da far ipotizzare che difficilmente si potrà riaprire i battenti nei 70 giorni preventivati, va avanti il lavoro necessario così come prescritto dagli agenti dei Nas e del Noe oltre che dagli ispettori sanitari dell’Asl lo scorso 10 ottobre. «Come dichiarato in Consiglio comunale, – ha riferito la consigliera comunale del Pd, Elena Caterino – erano stati eliminati tutti i rifiuti delle frazioni da valorizzare e recuperare come legno, plastica e umido. Era rimasta la parte residua da raccogliere secondo le prescrizioni dell’autorità giudiziaria intervenuta formata da rifiuti di mercato con codice Cer 200/302». «Dopo aver avuto la disponibilità per il conferimento da parte della piattaforma individuata, – ha concluso l’esponente Dem – sono iniziati i lavori di rimozione che si sono conclusi la scorsa settimana. I rifiuti raccolti sono stati trasportati presso la piattaforma di San Vitagliano dove saranno trattati e poi portati fuori regione per lo smaltimento definitivo».

In relazione alla propria astensione in Consiglio comunale sempre per quanto riguarda la struttura di vile Europa, il rappresentante del Movimento 5 Stelle nel Civico consesso, Roberto Romano, ha dichiarato: «In riferimento al mio voto di astensione in merito alle variazioni di bilancio sul mercato ortofrutticolo e sulle risorse stanziate per i lavori per l’edilizia scolastica, tengo a precisare il perché di tale decisione condivisa con gli attivisti di Aversa. Le ragioni della mia astensione non sono dovute ad un ragionamento tecnico, ma essenzialmente politico, in quanto l’amministrazione comunale, nello stanziare una somma così corposa, non è riuscita a dare risposte esaurienti, poste dai consiglieri comunali di minoranza».

«In modo particolare – continua Romano – attendiamo ancora di sapere se i settanta giorni necessari per l’apertura preannunciati saranno rispettati, se i soldi stanziati saranno sufficienti per completare le prescrizioni degli ispettori dell’Asl e dei carabinieri di Nas e Noe e, infine, se questa attuale sede di viale Europa verrà utilizzata a breve o a lungo termine. In merito ai fondi stanziati per l’edilizia scolastica, poi, noi siamo favorevolissimi a questa destinazione, ma quello che ho chiesto io in consiglio comunale è un elenco di priorità che serve alla città. Per le strade, per la viabilità, per i parcheggi e per i rifiuti cosa intende fare questa amministrazione? E quali somme si prevedono di stanziare per tali voci, nel prossimo bilancio comunale? Infine quando potrà vedere la luce una programmazione seria, che non viva solo di emergenze, ma che pensa allo sviluppo di questo territorio in maniera definitiva e concreta?».

«Il Movimento 5 Stelle di Aversa – conclude Romano – attende con ansia risposte concrete, risolutive, annunciando fin d’ora un’opposizione costruttiva e propositiva, come più volte è stato richiesto da questa maggioranza». Per gli operatori del mercato da registrare l’intervento di Maurizio Pollini, che ha parlato di passo avanti in relazione allo stanziamento dei 500mila euro ed ha raccomandato di inserire penali per mancato rispetto dei tempi di esecuzione dei capitolati che si andrà a scrivere. «Apprezziamo quando si sta facendo – ha continuato – e la linea sarà questa del fare squadra anche se siamo consapevoli che il percorso è lungo e difficile. Inoltre, sia chiaro, che il giorno dopo la riapertura, tutti insieme dovremo decidere sulla delocalizzazione (che anche noi vogliamo) tutti insieme. Ma, per il momento, facciamo presto».

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico