Aversa

Aversa, passaggio cantiere raccolta rifiuti: sindaco annuncia sanzioni. Opposizione: “Altro che miracoli!”

Aversa (Caserta) – Cumuli di rifiuti ricompaiono in strada, mentre il passaggio di consegne tra la Senesi, la vecchia ditta che gestisce il servizio di igiene urbana in città da oltre otto anni, e la Tekra, la ditta che si è aggiudicata la gestione del settore per i prossimi cinque anni con un contratto da 35 milioni di euro, non decolla a causa di una ventina di lavoratori che sarebbero stati assunti dalla Senesi in maniera illegittima, non rispettando le liste degli ex Cub. Lavoratori che per questo motivo non sono riconosciuti dal Comune di Aversa dal 2014 e che, di conseguenza, non sono ricompresi nel capitolato dell’appalto aggiudicato alla Tekra. Lo spartiacque sembrava essere il 15 ottobre scorso, data della fine dell’ennesima proroga, che va avanti, oramai, da oltre due anni anche a causa di un contenzioso tra le ditte partecipanti alla gara. Il tutto mentre il sindaco Alfonso Golia preannuncia 100mila euro di sanzioni e una diffida ad effettuare il passaggio di cantiere.

«Dopo il fatidico 15 ottobre, giorno del passaggio tra la Senesi e la nuova ditta, la Tekra, – ha dichiarato il consigliere dell’opposizione Gianluca Golia – la situazione è ancora in uno stallo dal quale sembra impossibile uscire. Ciò comporta una totale assenza nella regolarità della raccolta dei rifiuti, lasciando scivolare giorno dopo giorno la città, in una situazione sempre più disastrosa dal punto di vista della pulizia». «Girando per le strade cittadine, – continua l’esponente del centrodestra – si vedono cumuli di immondizia ovunque, i marciapiedi sporchi, le principali piazze orami abbandonate, insomma, una brutta situazione. Sicuramente, la vicenda dei dipendenti assunti in modo irregolare, era già nota ma, una serie di disattenzioni da parte di chi avrebbe dovuto leggere con tempestività le carte ed impegnarsi per trovare una soluzione, ha fatto sì che la situazione sfuggisse di mano». «L’amministrazione, intanto, nella continua ricerca di soluzioni, sembra totalmente ferma, facendo registrare la totale assenza di provvedimenti che dovrebbero almeno andare a compensare il resto dell’ordinario. Tutto fermo in maniera preoccupante. La stagnante situazione, che giorno dopo giorno si percepisce a vari livelli, lascia sgomenti e inermi gran parte di aversani che non hanno ‘creduto’ alle miracolose cure gridate in campagna elettorale e lascia chi ha ‘creduto’ invece, in una ‘trepidante attesa’ del miracolo», conclude Gianluca Golia facendo riferimento a quello che era stato lo slogan elettorale del centrosinistra: “Io ci credo”.

All’esponente del centrodestra risponde il sindaco Alfonso Golia: «Innanzitutto vorrei sottolineare che la raccolta dei rifiuti si sta normalizzando. Ci sono ancora delle zone dove c’è qualche accumulo dei giorni scorsi ma la frazione quotidiana viene raccolta». Subito dopo, il primo cittadino illustra quanto fatto: «Da quando ci siamo insediati, insieme a tutta la giunta e i consiglieri di maggioranza, non siamo mai rimasti immobili di fronte alla problematica rifiuti, anche se si tratta di atti burocratici, non percepiti dalla popolazione».

Il sindaco normanno passa, poi, ad illustrare gli atti specifici adottati nel settore dell’igiene urbana: «Le sanzioni e i controlli alla Senesi sono stati quotidiani e incessanti. Le ultime penali applicate riguardano proprio il mancato rispetto del contratto per quel che riguarda il numero di mezzi impiegato per svolgere il servizio in città. Parliamo di 100mila euro che saranno decurtati dai canoni di luglio, agosto e settembre. Inoltre, l’ufficio ecologia ha completato l’iter dell’azione in danno per la pulizia delle caditoie». In chiusura, un’ultima, ma importante, novità: «Persiste – dice Alfonso Golia – il problema dei dipendenti, per il quale c’è un contenzioso giudiziario in atto ma non aspettiamo nessuno. Il dirigente ha attivato la procedura di diffida a chiudere il passaggio di cantiere. Per quel che ci riguarda, come ribadito anche ai sindacati del Cub, siamo per il rispetto della legge».

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico