Sant’Arpino

Sant’Arpino, raccolta differenziata: sindaco e assessore controllano “busta per busta”

Scendono direttamente in strada gli amministratori di Sant’Arpino per dare un segnale forte contro quanti ancora si ostinano a non rispettare i regolamenti per il deposito dei rifiuti, dando il via ad una girandola di sanzioni. «Controlliamo – ha dichiarato il sindaco Giuseppe dell’Aversana – strada per strada, busta per busta. Chi conferisce male, senza rispettare le regole, viene multato. Siamo scesi nelle strade del corso Atellano, sono in atto i controlli, con assessore all’Ambiente, Caterina Tizzano, ed il sottoscritto. Sono presenti i vigili urbani e gli operatori della ditta Barbato che svolge il servizio di raccolta rifiuti».

«Abbiamo bussato alle porte e controllato anche nei contenitori. Ci teniamo – ha continuato il primo cittadino atellano – al decoro del paese e al corretto conferimento dei rifiuti differenziati e per questo motivo abbiamo un nucleo di polizia urbana che controlla ed ha già multato diversi esercenti. Continuiamo e continueremo a lottare per avere un paese pulito». Dell’Aversana, poi, ricorda l’iniziativa avviata qualche giorno fa che va nella stessa direzione: «A breve delle telecamere trappola, che possono addirittura mimetizzarsi tra finti rifiuti – ci consentiranno di scoprire anche i delinquenti che scorrettamente depositano rifiuti in strada fuori da ogni regola, come spesso, purtroppo accade».

«Questo primo controllo – ha concluso il sindaco– ha funzionato. Molti cittadini hanno apprezzato e ci hanno incoraggiato ad andare avanti, ed il nucleo di polizia urbana ha anche elevato diversi verbali». In chiusura un appello ai santarpinesi: «Aiutateci a tenere il paese pulito». Dell’Aversana si dice, infatti, convinto che gli amministratori nulla possano se non vi è la collaborazione dei cittadini non solo a rispettare le regole per deposito e smaltimento di rifiuti, ma anche a segnalare chi, come capita spesso, abbandona scarti di lavorazioni nelle campagne alla periferia di Sant’Arpino, tanto che le strade interpoderali sono state chiuse con catenacci.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico