Home

Riforma Giustizia, resa dei conti M5S-Lega in Consiglio dei Ministri

È ancora bagarre tra Lega e Movimento cinque stelle sulla Riforma della Giustizia. A criticare la bozza che sarà presentata in Consiglio dei ministri è stato il vicepremier Matteo Salvini: il ministro Alfonso Bonafede “ci mette pure la buona volontà” ma la sua “cosiddetta Riforma della Giustizia è acqua”, ha detto il ministro dell’Interno durante una diretta su Facebook. Immediata la replica di Bonafede: “Ci vediamo in Cdm, non su Facebook”. Poco prima, Luigi Di Maio si era augurato di ricevere “qualche sì” dagli alleati di governo.

Durante il suo intervento sui social network, Salvini ha parlato della necessità di una riforma “vera, imponente, storica e decisiva”. Questo testo, ha poi aggiunto il vicepremier, “non è quello che gli italiani si aspettano”. Salvini ha dunque bocciato su tutti i fronti la bozza di riforma: “Una riforma che non c’è. Noi abbiamo una Riforma della Giustizia già pronta – ha aggiunto il ministro – efficace ed incisiva, che separa le carriere, dimezza i tempi dei processi, premia chi merita e punisce chi sbaglia”.

Non si è fatta attendere la risposta del ministro della Giustizia all’attacco di Salvini. Bonafede, dopo aver invitato il ministro dell’Interno a parlare in Cdm e non sui social network, ha spiegato che vorrebbe “finalmente sentire le argomentazioni, visto che in preconsiglio nessuno ha detto nulla”. “So però con certezza – ha aggiunto – che la riforma dimezza i tempi dei processi, favorisce l’economia e gli investimenti, dà tempi certi a chi è coinvolto in un processo e rompe finalmente i rapporti torbidi tra magistratura e politica”.

Intanto, anche l’altro vicepremier, Luigi Di Maio, si è espresso sullo scontro tra Lega e M5s in tema di Riforma della Giustizia: “Sto sentendo troppi no dalla Lega, mi auguro che arrivi qualche sì”, ha detto il ministro del Lavoro, a margine dell’evento per i navigator. “E’ sicuramente una proposta che si deve approvare in Consiglio dei ministri e non vedo perché la Lega si debba opporre. Sono anni che si dice che si devono ridurre i tempi dei processi. Ci siamo, approviamola”, ha detto il leader pentastellato.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Condividi con un amico