Campania

Festival dell’Impegno Civile tra le province di Caserta e Benevento

Il Festival dell’Impegno Civile riprende la sua cavalcata con quattro tappe tra la provincia di Caserta e quella di Benevento. A Casapesenna, Castel Volturno, Pugliano di Teano, Caserta e Benevento.

Si comincia giovedì 11 luglio a Casapesenna (Caserta), al Centro di Aggregazione Giovanile per l’Arte e la Cultura “MaeditActio” e “Caffè letterario ArtEspressa” di via Cagliari 13. L’ex villa di un camorrista è stata restituita alla collettività con un uso sociale che parla di promozione e di cultura. “Il bello del Bene. Spazi di comunità per rigenerare il territorio”, è il titolo scelto per la tappa che vedrà gli interventi di Vincenzo Abate, presidente de “La Forza del Silenzio”, e di Melania Cimmino, Fondazione di Comunità San Gennaro Onlus – Napoli. Con la presentazione del libro “AmbulanceSongs. Non dimenticare le canzoni che ti hanno salvato la vita”, di Luca Buonaguidi e Salvatore Setola, Lit Edizioni, si parlerà, dice il coautore Setola, “di musica raccontata attraverso il filtro di esperienze personali e con un linguaggio che va dalla poesia alla prosa”. La serata sarà completata con l’usuale momento degustativo e aggregativo, animato dall’associazione musicale culturale Controtempo.

Venerdì 12 luglio, il Festival sarà a Castel Volturno (Caserta) dalle ore 18 per “Parco Faber: La Rinascita Dei Diritti”. Introduce e modera Rossella Calabritto, avvocata, responsabile ufficio legale Arcigay Caserta, già referente presidio Libera Città di Caserta. Tra gli interventi Gabriele Piazzoni – segretario generale Arcigay, Mariateresa Imparato, presidente Legambiente Campania, Maria Cirillo, volontaria dell’associazione “Jerry Essan Masslo”, Giuseppe Loffredo, amministratore del gruppo Culimeta Saveguard. Le conclusioni saranno di Bernardo Diana e Francesco Pascale con la descrizione dei progetti di ristrutturazione per le ville 40 e 5 nel Parco Allocca di via delle Dune, poi ribattezzato Parco Faber, così come gli amici chiamavano Fabrizio De Andrè.

La serata sarà allietata dalle esibizioni live di: Alice Home, Federa & Cuscini, Dario Sansone (Foja) e al termine dei live ci sarà un dj set della DJ Miss Double A con torta e illuminazione con i colori arcobaleno della villetta confiscata e restituita a nuova vita. La villetta di tre piani per un complessivo di 300 metri quadrati con un piccolo cortile e affaccio sul lago diventerà una casa per Lgbt che a causa del proprio orientamento sessuale e identità di genere hanno avuto problemi in famiglia. Non sarà un classico Refuge lgbt e cioè una casa di accoglienza temporanea per persone gay, lesbiche, bisex e trans vittime di maltrattamenti ma un social housing. Durante le esibizioni sarà possibile prendere parte all’aperitivo e alla cena di raccolta fondi (spritz, cocktail, panini al prosciutto, con mozzarella). Partner commerciali dell’iniziativa di Castel Volturno organizzata da Rain Arcigay Caserta onlus – Centro Lgbt del Mediterraneo e Geofilos Legambiente – cooperativa sociale Terra Felix, sono Vitasnella e Coopventuno.

A Pugliano di Teano (Caserta) il 13 luglio, alle ore 19,30, sarà inaugurato il bene confiscato intitolato ad Antonio Landieri, vittima innocente della camorra. Interverranno Francesco Paolo Tronca, consigliere di Stato della Repubblica Italiana, monsignor Giacomo Cirulli, vescovo della Diocesi Teano-Calvi, Stefano Mancini della cooperativa “La Strada”, e lo psichiatra Angelo Righetti. L’iniziativa è promossa da cooperativa sociale “La Strada” – cooperativa sociale “Al Di Là Dei Sogni” – cooperativa sociale “Osiride” – associazione “Millescopi Più Uno”Nco. Con il sostegno di “Fondazione Con Il Sud” e “Fondazione Peppino Vismara”. La serata sarà allietata dalla recita dei bambini dell’oratorio di Pugliano “La piccola Alice”, e dalle 21 con lo spettacolo musicale con i “Dafne”.

Domenica 14 luglio, il Festival dell’Impegno Civile promosso dal Comitato don Peppe Diana, Libera Caserta e Csv Assovoce Caserta avrà doppio appuntamento. Sarà a Caserta con la carovana Ciemovel carovana di cinema itinerante che da anni porta in giro per il mondo un’idea di cinema come strumento di sviluppo culturale. Sarà proiettato “The Harvest” di Andrea Paco Mariani, in piazza Ruggiero, alle ore 21. Tra gli interventi Rosario Laudato – Referente di Libera città di Caserta, Mimma D’Amico – rappresentante dell’ex Canapificio, Romano Daniele – responsabile del progetto “L’orto di John”, regista del film Andrea Paco Mariani.

A Benevento, il 14 luglio, il Festival dell’Impegno Civile sarà itinerante. “Per Amore del bene…non taceremo” è il titolo scelto per la particolare tappa sannita che avrà inizio alle ore 16.30 in contrada Olivola, ex cementificio Ciotta, in attesa della convocazione di un tavolo di concertazione. Alle 18, tutti insieme in carovana si andrà a Castelvenere, dinanzi al bene confiscato in Contrada Bosco Caldaie. Alle 19.30 a Dugenta, dinanzi al bene confiscato sito in Contrada Selvolella si parlerà ancora di impegno. Alle 21, a Melizzano, presso il bene confiscato in località Scarrupi, sarà l’occasione per fare un focus sul buon lavoro. L’obiettivo del Festival dell’Impegno civile in terra Beneventana è sottolineare la necessità del riutilizzo sociale di quei beni confiscati ancora non avviati ad un riuso collettivo. Di sera, a Melizzano, si farà festa così come comanda la tradizione del Festival. I promotori sono Libera Benevento, Libera Valle Caudina e Telesina e Comune di Melizzano.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico