Home

Massimiliano Rosolino racconta cosa c’è nella sua “valigia”

“Nella mia valigia di una volta c’era solo il necessario per nuotare: costume, occhialini, cuffia, accappatoio. Ora non manca mai un costume, ovunque vada, anche in montagna, perché appena capita l’occasione, nuoto. Ma ho aggiunto le scarpe da ginnastica per correre e le canottiere. Sono un sostenitore della canottiera, la classica ‘maglia della salute’. Mi piace molto! Questa cosa, però, non incontra il gusto di tutti! Questa estate indosserò anche camicie di lino!”. È iniziato così il talk “La valigia di…” a La Reggia Designer Outlet di Marcianise (Caserta), che ha visto protagonista il plurimedagliato campione olimpico Massimiliano Rosolino, sollecitato da Claudio Guerrini, storico speaker Rds e inviato Rai 1 de “La Prova del Cuoco”.

In tanti si sono ritrovati in Piazza delle Palme, per un incontro divertente e coinvolgente che, partito dalla valigia ideale per le vacanze, ha poi svelato curiosità sulla vita di coppia di Rosolino con Natalia Titova. “La meta la scegliamo insieme, prediligendo l’Italia – racconta Rosolino –. Ognuno si prepara la sua valigia. Lei dimentica lo spazio della macchina e mette sette paia di scarpe in valigia, quando un paio di scarpe con il tacco, un infradito e una scarpa da ginnastica sarebbero più che sufficienti. Tantissimi abiti, molti di più di quanti sarebbero necessari per la vacanza. Le donne sono attente e vanitose. Io la lascio fare, ma poi le svuoto la valigia e la faccio partire con la metà delle cose. Lei sorride. In casa comandano sempre le donne, ma con lei si possono trovare punti di incontro. Mi piace molto il look che Natalia sceglie per l’estate. Indossa sempre le scarpe con il tacco, che normalmente lascia nella scarpiera, preferendo scarpe basse, e abiti più scollati. Vorrei che osasse di più sui costumi. Se lo può permettere!”.

Curioso della sua love story con la bellissima russa, Guerrini chiede come abbia fatto a conquistarla. “Tutto merito di ‘Ballando con le stelle’ e della serietà che Natalia ha sul lavoro – confida –. Affinché la nostra performance fosse perfetta, si sono rese necessarie prove anche la domenica. Stando così a stretto contatto, per tanto tempo, abbiamo avuto modo di conoscerci bene e di innamorarci. Le è piaciuto il mio modo di essere sempre ‘positivo’”. La vacanza ideale di Missimiliano Rosolino? “Sveglia alle 7 e corsa tutte le mattine. Colazione con la famiglia, mare, pranzetto leggero e di nuovo mare. Prima ero un sostenitore della pennichella pomeridiana. Ora non più – confida il campione –. Non amo l’animazione nei villaggi e i baby club, a cui affidare le mie figlie. Voglio che stiano con noi. Non amo la baby dance. Questa estate indosserò una shirt #noallababydance”.

Guerrini attira l’attenzione del pubblico sul presente televisivo di Rosolino con “Un Dolce da Maestro”, e sul futuro progetto cinematografico con Roul Bova, sulla vicenda di Manuel Bortuzzo, giovane nuotatore rimasto paralizzato a causa di un colpo di proiettile alla schiena. “Nella vita bisogna osare e sperimentare, senza dare mai nulla per scontato. – continua Rosolino – Se fossi rimasto chiuso nel mio mondo, oggi avrei fatto l’allenatore o, tutt’al più il telecronista”. Immancabile l’imbeccata sulla vicenda Maurizio Sarri e sul suo contratto con la Juventus, che per Rosolino “Il calcio è questo. È un gioco di contratti e potere. Lo chiamano ‘venduto’, ma si è venduto bene!”.

Tra una battuta e l’altra, Rosolino abbandona la postazione allestita accanto a Claudio Guerrini e raggiunge il pubblico divertito, intervistandolo su vacanze e valigia, e rivelando la sua anima simpatica e ironica. Un bel duo Rosolino-Guerrini, che ha promesso di rincontrarsi, magari sulle frequenze di Rds e che, dopo il talk, si è dedicato a fotografie, selfie e autografi, fino a quando l’ultimo fans ha lasciato la piazza per proseguire la domenica pomeriggio di shopping.

IN ALTO IL VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Condividi con un amico