Aversa

Aversa, il vescovo lancia appello ai candidati sindaco nel segno di Don Diana

«Prete con la passione di scontrarsi con gli altri pur di viverci insieme». Ha concluso con questa frase che un giornalista aveva usato per descrivere don Peppe Diana, il sacerdote scomodo di Casal di Principe ucciso dalla camorra il 19 marzo di 25 anni fa, il suo appello il vescovo della diocesi di Aversa, Angelo Spinillo, ai cittadini e un augurio ai candidati dei Comuni in cui, il prossimo 26 maggio, si voterà per il rinnovo delle Amministrazioni locali.

Dal chiostro di San Francesco delle Monache, il Pastore normanno ha esortato i cittadini ad essere «sentinelle per amore», citando ancora una volta il sacerdote martire della camorra per aver esortato, insieme agli altri sacerdoti della Forania di Casal di Principe, i fedeli a reagire con una pastorale divenuta celebre dal titolo «Per amore del mio Popolo non tacerò». Nel solco di questo invito alla partecipazione monsignor Spinillo ha parlato di dialogo alla base della polis, della città e della sua vita, ovvero della politica. L’incontro è stato organizzato dall’ufficio pastorale della diocesi di Aversa con il responsabile Stefano Di Foggia.

Subito dopo il vescovo hanno preso la parola i cinque candidati a sindaco presenti all’appello di Spinillo. Alfonso Golia per il centrosinistra, Gianluca Golia per il centrodestra, Teresa La Vedova per Potere al Popolo, Roberto Romano per il Movimento Cinque Stelle e Giuseppe Stabile per una coalizione centrista che comprende Forza Italia hanno incentrato i propri interventi sui temi cittadini più caldi tipo ambiente e redazione del Puc ricordando anche la figura di don Peppe Diana che alcuni avevano conosciuto nel loro percorso di vita.

I cinque candidati alla poltrona di primo cittadino ad Aversa si ritroveranno nuovamente insieme domenica mattina grazie all’iniziativa dell’associazione #allalucedelsole che rivolgerà loro dieci domande. «Sono domande – affermano gli organizzatori dell’iniziativa – che da diversi anni i cittadini si pongono, con la speranza di capire le ragioni delle anomalie della nostra Città , domande su questioni essenziali come la destinazione delle aree della Maddalena e della Texas, del Tribunale di Aversa, del Piano Urbano Comunale, del Bilancio Comunale, del carcere in pieno centro città, dei Servizi e sulla mala gestio di essi, della vita culturale e delle responsabilità degli amministratori e soprattutto del diritto alla verità». «Avremo modo – continuano – di confrontarci, di discutere, di capirne di più con i candidati alla carica di Sindaco della Città di Aversa domenica 19 maggio, alle ore 10, presso lo Snodo Hub sito in Piazza Sant’Andrea». Tutti i candidati riceveranno con congruo anticipo le dieci domande e saranno invitati a rispondere ad almeno due di esse (per sorteggio) in un tempo massimo di quattro minuti per ogni domanda. Ogni candidato avrà, in chiusura, altri tre minuti per le dichiarazioni conclusive. I candidati potranno anche lasciare risposte scritte, sempre relative alle 10 domande, che saranno pubblicate sulla pagina Facebook Allalucedelsole.

IN ALTO UNA GALLERIA FOTOGRAFICA

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Napoli, "Una città per Giocare": appuntamento in villa comunale - https://t.co/m3RHX679Nu

Riqualificazione padiglione "Bianchi": Aversa alla conferenza scientifica dell'Aquila - https://t.co/huT9tyh1pJ

Universiadi ad Aversa, il commissario Lastella approva schema utilizzo Palasport e Stadio - https://t.co/OXmkhTLu7R

Scuolabus si rovescia nel Padovano: feriti 7 studenti, l'autista scappa - https://t.co/Ow7gq8q23T

Condividi con un amico