Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Casapesenna, i “pasticcieri di Zagaria”: dissequestrati beni ai familiari di Fontana

Davanti all’ottava sezione del Tribunale del riesame di Napoli, si è svolta ieri l’udienza di riesame per discutere sulla legittimità dei sequestri operati dall’autorità giudiziaria nei confronti di Pasquale Fontana, coinvolto nell’inchiesta sui cosiddetti “pasticcieri” del boss Michele Zagaria di Casapesenna (leggi qui).

All’esito della camera di consiglio, il tribunale, accogliendo l’istanza del difensore, avvocato Guido Diana, ha disposto il dissequestro di tutti i conti corrente ed i buoni fruttiferi intestati alla moglie di Fontana, Genoveffa Fontana, e dei figli minori.

In sostanza, il Riesame ha affermato la proporzione tra i redditi dichiarati dalla famiglia Fontana rispetto a quelli effettivamente posseduti oltre alla lecita provenienza degli stessi. Ricordiamo che Pasquale Fontana è stato già in precedenza scarcerato dallo stesso Riesame che aveva annullato l’ordinanza di custodia cautelare disposta a suo carico dal gip di Napoli.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Palermo, percepisce reddito cittadinanza e lavora in nero: denunciato - https://t.co/KnqliWNKpf

Immigrazione clandestina a Napoli: 7 arresti, tra cui 2 poliziotti - https://t.co/OD4yGJIB8I

Aversa, i candidati sindaco rispondono alle domande di Confindustria - https://t.co/uZyS7Btz2j

Milano, bimbo di 2 anni morto in casa. Il padre confessa: "L'ho picchiato" - https://t.co/lvLp9RpQNZ

Condividi con un amico