Parete

Parete, pioggia di euro riqualificazione strade. Pezone: “Dov’è l’elenco?”

Parete – “Mistero” sulla scelta delle strade da sistemare dopo la pioggia di euro arrivata al Comune. La consigliera di opposizione Clementina Pezone, sul punto, invoca chiarimenti: “Sono arrivati 1 milione e 350mila euro di fondi comunitari e 100mila euro previsti dai finanziamenti della legge di bilancio 2019. Eppure, fino a questo momento, non è stato pubblicato l’elenco delle strade cittadine interessate al progetto di sistemazione. Come mai questo silenzio assordante da parte dell’amministrazione comunale? Nonostante le carenti riparazioni a macchia di leopardo delle strade cittadine dei mesi scorsi, che non ha soddisfatto le attese dei cittadini, permangono tutte le buche e le criticità del manto stradale”.

La preoccupazione della consigliera riguarda soprattutto la gestione diretta dei finanziamenti. “Si deve far presto – commenta – per non perdere i finanziamenti assegnati che devono privilegiare la sistemazione radicale delle strade principali e secondarie del paese. Il mio impegno costante sarà quello di controllare tutto l’iter della riqualificazione del manto stradale per evitare, come si vocifera, che una buona parte dei finanziamenti venga dirottata per sistemare zone periferiche e non popolate, come quella che confina con il cimitero”.

La consigliera Pezone, che faceva parte del gruppo consiliare di opposizione “Parete prima di tutto” e poi si è resa indipendente, da tempo si sta battendo anche per far costruire nuovi loculi nel cimitero. “Per quale motivo – si chiede in merito all’argomento – la maggioranza del sindaco Pellegrino non risponde alle attese di chi ha fatto richiesta di concessione dei loculi la cui costruzione è a costo zero per il Comune perché autofinanziata con i soldi dei cittadini?”.

Un’altra questione, sembra non più presente nell’agenda degli amministratori, è la ristrutturazione totale della rete idrica che fa ‘acqua da tutte le parti’ e che è continua fonte di lamentele dei cittadini. “Un problema annoso – sottolinea Pezone – che sembra caduto nel dimenticatoio. Tutto il nostro sistema idrico, ormai vecchio e obsoleto, deve essere riammodernato secondo le nuove tecnologie. Non è più tollerabile l’uso delle autoclavi che, per la manutenzione, ha un costo tutto a carico dei cittadini. Un’altra tassa occulta. Si deve attingere ai fondi comunitari e regionali per risolvere questo problema diventato ormai insostenibile. Quest’amministrazione, in tal senso, non sta facendo proprio nulla”. Intanto, la consigliera si impegna a chiedere la rendicontazione rigorosa e trasparente delle spese sostenute per le manifestazioni del “Fragola Art Festival” finanziate con 82mila euro.

di Franco Terracciano

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico