Carinaro

Carinaro, Pd: “I 5stelle risparmino false morali e inutili precisazioni”

Carinaro – “Caro MeetUp 5 Stelle di Carinaro, dopo aver rifiutato di formare un governo con i 5stelle, mai, e diciamo mai, ci è sfiorata l’idea di formare liste, apparentamenti o progetti civici con voialtri. Non abbiamo nulla contro i carinaresi che hanno votato o votano per i 5stelle, anzi hanno tutto il nostro rispetto, poiché riteniamo che in buona fede hanno creduto col loro voto di immedesimarsi nei valori di ‘onestà, giustizia e partecipazione diretta’. Fermo restando che, ormai, la delusione e la perdita percentuale di voti è sotto gli occhi di tutti”.

E’ il messaggio che il Partito Democratico di Carinaro lancia ai rappresentanti del MeetUp locale, i quali, supportati dal deputato aversano del movimento, Nicola Grimaldi, in una nota ufficiale hanno chiarito che nessun attivista cinquestelle è inserito nelle due liste che concorreranno alle amministrative del 26 maggio.

Ma il Pd lancia accuse precise: “Veniamo ai fatti di casa nostra. Diverso è il caso dei locali esponenti del MeetUp che pubblicamente ciarlano di trasparenza e distanza dagli attuali schieramenti in campo, mentre in privato condividono, con l’altro schieramento, interessi economici e lavorativi, candidati e serate conviviali. Per questi personaggi vale quanto diceva Sciascia: ‘Certi politicanti, quanto più dicono di essere con il popolo e di voler bene al popolo, più sono pronti ad ogni occasione a calcargli i piedi sulla testa’. Pertanto, risparmiateci false morali ed inutili precisazioni”.

Critiche anche al deputato Grimaldi: “Apprezziamo notevolmente la solerzia del deputato Nicola Grimaldi, il quale sembra pronto ad avallare quanto da voi affermato, ma praticamente latitante per tutte le problematiche che investono il nostro territorio. Vedi, per esempio, ‘Comap’, ‘Seri Teverola’, ‘Whirlpool’. Si incontra solo con voi nelle case dei carinaresi?”.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico