Aversa

Aversa, Pasqua tranquilla grazie ai carabinieri “appiedati”

Operazione “Pasqua tranquilla” ad Aversa grazie all’iniziativa delle pattuglie appiedate messe in strada grazie all’iniziativa del maggiore Terry Catalano (nella foto), comandante della locale compagnia dei carabinieri. Nei giorni di Pasqua e Pasquetta, e in quelli immediatamente antecedenti, infatti, nella città normanna, teatro spesso di furti e scippi, sono stati messi in strada diversi militari.

Si tratta di una vera novità che ha ricalcato, in parte, quella dei carabiniere di quartiere che una decina di anni fa furono utilizzati nelle principali strade cittadine. I militari percorrono gli itinerari dello shopping, in particolare via Roma e dintorni, stabilendo con il cittadino un rapporto diretto, acquisendo informazioni concernenti il territorio e fornendo disponibilità. Anche nei giorni di Pasqua e Pasquetta il servizio è stato espletato dai carabinieri della compagnia normanna e ha avuto feedback molto positivo anche dai cittadini che hanno dimostrato di apprezzare l’iniziativa.

Iniziativa che sono in molti a sperare si ripeta anche nei giorni feriali ordinari quelli nei quali sono aperte scuole e uffici. Giorni nei quali si registrano i maggiori disagi per i malcapitati che sono costretti a girare per le strade cittadine, dove il mancato rispetto di regole elementari di convivenza, come il parcheggiare in seconda fila bloccando altri automobilisti o come la piaga dei parcheggiatori abusivi presenti ovunque. Nel corso di questo “esperimento” i carabinieri a piedi potrebbero essere utilizzati (anche insieme alle altre forze dell’ordine) in quella che è la piaga della città normanna, la movida del fine settimana, quando centinaia di giovani e giovanissimi giungono ad Aversa in cerca della notte da sballo, da ricordare. In via Seggio (strada tipica della movida) e dintorni scorrono fiumi di alcolici (venduti spesso anche a minori) e non mancano luoghi di spaccio, soprattutto di marjuana e hashish, alla luce del sole.

Durante il pattugliamento i militari dell’Arma hanno proceduto a denunciare in stato di libertà D.B.G., 58 anni, originario di Casavatore, in provincia di Napoli, ma residente a Cesa, per contrabbando di tabacchi lavorati esteri. L’uomo, nel corso di un controllo, è risultato in possesso di ben 40 stecche di bionde, equivalenti a circa 8 chili di sigarette provenienti dall’estero.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico