Gricignano

Gricignano, Lettieri: “Vittimista”. Santagata: “Bugiardiello”. Scontro via social tra candidati sindaco

Gricignano – Mancano almeno tre mesi alle amministrative ma il clima è già infuocato tra le coalizioni che saranno in campo per l’appuntamento elettorale di primavera. Terreno di scontro, al momento, sono i social dove i due candidati sindaco, Vincenzo Santagata e Vittorio Lettieri, fino allo scorso ottobre, rispettivamente, primo cittadino e suo vice, da qualche giorno “se le danno di santa ragione” a colpi di post. Al centro della polemica i motivi che hanno portato allo scioglimento anticipato del Consiglio comunale. Ognuno addebita le responsabilità all’altro, soprattutto in merito al caso Progest e ad alcuni lavori pubblici eseguiti nei pochi mesi di vita dell’amministrazione Santagata.

Lettieri, insieme al suo gruppo “Gricignano Attiva”, accusa l’ex sindaco di “vittimismo” e denuncia un presunto “comitato d’affari” che avrebbe avuto l’obiettivo, durante l’amministrazione Santagata, di voler gestire la cosa pubblica “in modo privatistico e affaristico” (leggi qui). Ma ora la tensione sale, poiché Santagata, sempre via social, ha tirato in ballo l’amministrazione di Andrea Lettieri, padre di Vittorio, sciolta prematuramente nel 2010 per infiltrazioni. “Il bugiardello – scrive Santagata riferendosi al suo ex vice – cambia ‘politica’ a seconda degli alleati. Ci tiene a sottolineare ‘Non sto scherzando’. Lo ha capito che non lo crede nessuno! Il problema è che forse non sta scherzando ma sicuramente sta mentendo. Adesso gli va bene quello che aveva ‘progettato’ la vecchia amministrazione mentre prima li criticava (il riferimento all’alleanza siglata tra Lettieri con l’ex opposizione di “Uniti”, ndr.), oltretutto continuando ad insinuare di un fantomatico ‘comitato d’affari’. Probabilmente sta nella più totale confusione. Ad onor del vero, a Gricignano si è parlato di comitato d’affari nel provvedimento di scioglimento dell’amministrazione di Andrea Lettieri. Seguiranno aggiornamenti…”.

A tal proposito, Lettieri junior respinge le accuse e, rivolgendosi a Santagata, lancia l’affondo: “Sinceramente non capisco oggi come ‘Lettieri padre’ sia il male in persona. Si tirano fuori articoli del 2011, si parla dello scioglimento del 2010. Ma nel 2012 da chi sei andato per fare il candidato sindaco? Nel 2012 non avevi letto gli articoli che oggi pubblichi? Nel 2012 e nel 2018 sei stato a braccetto con Lettieri. Ora chi ti deve credere? Butta giù questa maschera”. E rievocando il presunto “comitato d’affari”, Vittorio Lettieri prosegue: “Quando vuoi ritornare a parlare di politica (se ci riesci) saremo pronti a confrontarci, anzi ti do qualche spunto: affidamenti dei lavori, farmacia comunale, piano regolatore, eccetera eccetera”.

Pronta la replica di Santagata, che non va tanto per il sottile: “La maschera l’ha tirata giù tuo padre dopo le elezioni. E con te mi sono sempre confrontato. Se di comitato d’affari si tratta vuol dire che ne facevi parte a pieno titolo. Vuoi parlare di politica e di comitati d’affari? Chi c’era a casa tua con l’ingegner Ferriello (capo dell’area tecnica comunale, designato durante l’amministrazione Santagata, ndr.) a parlare del Puc? A chi stavi facendo fare la nomina come supporto al Rup senza consultarti con nessuno?”.

Dura anche la reazione di Lettieri: “Con mio padre non ti parli da fine giugno, manco il caffè ti permettevano di venirti a prendere. Da quel momento hai sempre parlato con me, sai bene che ti ho sempre dato consigli da ‘fratello’ e non da tuo vice. Certo che ho fatto parte della tua maggioranza, quando ti ho chiesto di scegliere tra me ed il ‘comitato’ hai scelto loro, e li tieni ancora intorno. Per quanto riguarda il Puc ti ho già anticipato che io non ho terreni, vogliamo vedere invece tu e i tuoi amici quanti terreni avete interessati dal Puc? Se fossi stato io a fare qualcosa di male avresti dovuto mandarmi a casa tu, non aspettare le dimissioni. Questo è quello che deve fare il sindaco”. Insomma, gli animi sono un “tantino” accesi…e siamo solo ad inizio febbraio!

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Condividi con un amico