Carinaro

Carinaro, il Comprensivo “Petrarca” si presenta alle famiglie con un Open Day

Carinaro – In vista delle iscrizioni per l’anno scolastico 2019/2020, la cui scadenza è il prossimo 31 gennaio, il 13 gennaio scorso, durante le ore curricolari, si è svolta la stimolante iniziativa dell’Open Day, nella sede della scuola secondaria di primo grado “Petrarca” dell’istituto comprensivo di Carinaro, retto dal dirigente scolastico Ernesto Natale.

L’evento, coordinato dalla docente “Funzione strumentale”, Gemma Pirolli, in stretta collaborazione con il vicepreside Giovanni De Paola, ha visto l’impegno e il coinvolgimento di tutti i docenti, degli alunni e del personale scolastico, riscuotendo un successo pieno per la folta partecipazione e l’interesse mostrato dai genitori delle classi quinte della primaria, che, davvero in tanti, hanno risposto all’invito. Nel corso della mattinata, a cura di uno staff di docenti e allievi, sotto la supervisione del preside Natale, sono state illustrate alle famiglie i punti più significativi dell’offerta formativa dell’Istituto ed esposte le attività scolastiche e laboratoriali, unitamente alle innovative metodologie e strategie didattiche, di natura inclusiva, che, giorno dopo giorno, vengono mese in atto dal corpo docente, allo scopo di facilitare gli apprendimenti, valorizzando le capacità di ciascuno, le attitudini e predisposizioni individuali, nell’importante processo educativo e formativo personale di ogni singolo alunno.

Dopo il discorso di saluto del preside che, orgoglioso del percorso degli alunni, ha sottolineato l’impegno del personale docente e Ata per la formazione degli alunni dall’infanzia alla secondaria, si è tenuto il programma della manifestazione con diversi e articolati momenti, tra i quali l’esibizione del noto cantautore napoletano Luciano Caldore (nella foto), che, molto compiaciuto come genitore, del percorso e dei risultati formativi dei ragazzi, ha allietato la comunità scolastica con motivi e canzoni del suo repertorio musicale, accompagnato da alcuni ragazzi con suoni ritmati di djembé, e la declamazione di una bella e significativa poesia della classe Terza B sul tema dell’accoglienza da parte dell’alunna Angela Vettone.

Poi i docenti e il personale hanno accolto i genitori e gli alunni radunati per visitare l’Istituto e conoscere quindi i percorsi didattici e si è passati al momento culminate con gli allievi delle classi terze a fare da tutor nella conoscenza delle strutture dell’Istituto, dei locali, aule, la palestra, i diversi laboratori: di musica guidati dai docenti Curcio e Comparone; di matematica, informatica e scienze, curati dalle docenti D’Albore, Marsilio, Esposito, Guida e Vastano. Sono state delle vere e proprie “visite guidate”, nel corso delle quali i ragazzi hanno svolte attività disciplinari di natura operativa, creativa e laboratoriale secondo le linee più recenti delle Indicazioni ministeriali. Molto interessante è stato anche lo svolgimento, con materiali didattici, di alcune attività di laboratorio, che rappresentano la vita reale, come l’eruzione di un vulcano, il funzionamento di un circuito elettrico, i percorsi operativi di lingua inglese, la costruzione di solidi geometrici, al di là dei contenuti disciplinari.

Sono stati organizzati, inoltre, laboratori di lettura, storia, arte, attività di sostegno per l’inclusione. Particolarmente attenti sono apparsi i genitori, motivati e incoraggiati a poter conoscere il Progetto formativo, dal momento che, nel corso dell’evento, la scuola si è aperta concretamente al contesto territoriale, mediante la presentazione delle linee più significative del Ptof, le attività progettuali, il servizio mensa, la conoscenza delle dotazioni tecnologiche e dei sussidi multimediali e degli ambienti di apprendimento, dove saranno educati e istruiti i loro figli, nell’intento di poter scegliere il percorso scolastico più rispondente alla loro crescita formativa, umana e sociale.

E’ stata un’iniziativa positiva, anche perché le famiglie dei potenziali nuovi alunni hanno avuto tangibili opportunità di colloquiare e discutere con tutto il personale dell’Istituto sui bisogni formativi, le proposte e le aspettative dell’utenza non solo di Carinaro, bensì anche di altri comuni limitrofi. Da sottolineare che tutto il personale è stato coinvolto nell’interessante iniziativa dell’Open Day, il dirigente, i docenti, il personale Ata, gli alunni e le famiglie con il supporto della segreteria in un clima di partecipazione ed entusiasmo, a dimostrazione di come l’istituto rappresenti un luogo d’incontro e di dialogo tra tutte le componenti scolastiche, tra tutti i soggetti di una reale comunità educativa. Tutti molto bravi e preparati gli alunni partecipanti, con le loro performance, balli e canti, ben organizzati dai loro insegnanti, per cui sono apparsi veri protagonisti e garanti nel mostrare alcuni frutti delle attività didattiche, a sottolineare che la scuola è un’organizzazione complessa, frutto di esperienze di maturazione e crescita, di scoperta e gioco, di nuove amicizie, ma soprattutto di autorevolezza e responsabilità, anche grazie alla proficua collaborazione con le famiglie.

inviato da Carlo Achille Caiazzo

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Aversa, "Che Sciccheria" al Teatro Cimarosa - https://t.co/Z9uPyWLOD1

Bancarotta e false fatture: arrestati i genitori di Renzi - https://t.co/phFCEnRh70

"La conoscenza condivisa", a Cosenza l'incontro dell'Associazione Nazionale Docenti - https://t.co/EJcJAOo9uy

Camorra, falsa cecità di Setola: condannati il boss e l'oculista - https://t.co/QnyXg55L6f

Condividi con un amico