Aversa

Aversa, incivili abbandonano rifiuti alla Maddalena: Lega Cane ottiene intervento Senesi

Multe a pioggia per quei locali della movida di Aversa che hanno abbandonato i propri rifiuti senza differenziarli e senza rispettare il calendario per il deposito. Dopo i controlli sul rispetto degli orari di chiusura e dello stop alla musica avvenuti nel fine settimana con la presenza non solo degli agenti della Polizia municipale, ma con la presenza dello stesso sindaco Enrico De Cristofaro in strada, è di ieri la notizia dei controlli per quanto riguarda il deposito dei rifiuti. Rifiuti che trasformano via Seggio, la strada della movida per antonomasia, in una sorta di discarica temporanea ad inizio settimana, quando si può trovare di tutto, dal vetro alla carta passando per l’indifferenziata.

Per tutta la giornata di ieri sono andati avanti i controlli a cura del Nucleo ambientale della Polizia municipale di Aversa, agli ordini del comandante Stefano Guarino, alla presenza dell’assessore all’Ambiente, Marica De Angelis, che ha scelto di seguire la linea dura della “tolleranza zero verso gli insozzatori e gli abbandoni indiscriminati di rifiuti”. In particolare, controllati i residui lasciati dalla famigerata movida normanna su via Seggio. Gli agenti hanno potuto verificare che, in diversi casi, all’esterno dei locali, erano stati accumulati rifiuti indifferenziati e materiali non conformi al calendario di raccolta. Carta, vetro, plastica e indifferenziato facevano bella mostra di sé senza che vi fosse stata la suddivisione prevista. I titolari degli esercizi commerciali sono stati individuati e multati, così come avvenuto anche in altre zone della città dove sono stati identificati i responsabili di abbandoni di sacchetti con rifiuti indifferenziati. Un’attività resa possibile grazie all’abnegazione degli addetti al Nucleo Ambientale della polizia municipale che hanno rovistato con le mani all’interno dei sacchetti per giungere all’identificazione di questi moderni untori.

Sempre in tema di rifiuti, da evidenziare la situazione segnalata dalla responsabile cittadina della Lega del Cane, Emma Gatto, che ha sede all’interno dell’area dell’ex ospedale psichiatrico Santa Maria Maddalena. “Ci risiamo. Quotidianamente, persone incivili, – fa sapere Gatto – vengono a deporre sacchetti di spazzatura ed altro. Chiedo a Rodolfo Briganti (amministratore delegato della Senesi, la ditta che espleta il servizio di igiene urbana in città, ndr.) cortesemente, ancora una volta, un suo intervento per far rimuovere questo enorme cumulo di rifiuti divenuto ricettacolo di topi grossi quanto cani”. E Briganti, pur non essendo obbligato a farlo, ha garantito il proprio intervento nell’area, come già fatto altre volte, per bonificarla e liberarla dal grosso cumulo di rifiuti che si era accumulato grazie agli incivili di turno.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Bancarotta e false fatture: arrestati i genitori di Renzi - https://t.co/phFCEnRh70

"La conoscenza condivisa", a Cosenza l'incontro dell'Associazione Nazionale Docenti - https://t.co/EJcJAOo9uy

Camorra, falsa cecità di Setola: condannati il boss e l'oculista - https://t.co/QnyXg55L6f

Follia nel Napoletano, aggrediscono medici e vandalizzano ospedale per "vendicare" la morte di una familiare - https://t.co/bQdI8vBPnU

Condividi con un amico