Sant’Arpino

Sant’Arpino, guerra agli evasori: arrivano 3500 avvisi di arretrati Imu e Tasi

Guerra agli evasori a Sant’Arpino. Al via la notifica di poco più di 3500 avvisi di pagamento relativi all’Imu 2014 e alla Tasi 2014 e 2015 per un ammontare di oltre ottocentomila euro di tributi comunali non pagati da contribuenti morosi.

«Questi avvisi di pagamento – spiega il sindaco Giuseppe Dell’Aversana – arriveranno soltanto a quei contribuenti che non hanno pagato l’Imu per la seconda casa o per terreni nel 2014 e 2015. Per la Tasi mancavano al bilancio comunale circa 350 mila euro. È un recupero che il comune deve fare per rispetto di chi ha già pagato ed anche per tenere in pareggio i bilanci a salvaguardia delle casse pubbliche. Mancavano oltre un milione di euro in entrate fra Imu e tasi del 2014 e 2015. Senza entrate il comune non può pagare i servizi. Qualche errore sarà possibile, statisticamente a qualche contribuente verrà forse recapitato una cifra sbagliata, potranno recarsi agli sportelli comunali per segnalare».

Il recupero è necessario anche perché la Corte dei Conti potrebbe sanzionare gli amministratori comunali che non si attivano per il recupero dei tributi. Per quanto riguarda, invece, la Tari dell’anno 2016 sono previsti in arrivo nelle case del paese altri 1100 avvisi di pagamento per recuperare 541mila euro.

«Un buon amministratore, come un buon padre di famiglia, – conclude il primo cittadino atellano – deve fare attenzione alle entrate. Noi stiamo facendo il nostro dovere di tenere i conti pubblici in ordine e con la mia amministrazione si è registrato un incremento di entrate con recupero di evasione e drastici tagli alle spese. Nonostante questa rigorosa azione finanziaria il comune è in enormi difficoltà di cassa con uno scoperto di oltre 400 mila euro su cui paghiamo interessi ed a causa di queste corpose minori entrate abbiamo debiti pregressi per oltre 11 milioni di euro. Siamo in pre-dissesto e stiamo tentando in tutti i modi di evitare il dissesto. Rimane sempre l’obiettivo di pagare tutti per pagare meno».

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Condividi con un amico