Gricignano

Elezioni Gricignano, Lettieri sfiderà Santagata: ma “Uniti” si sfalda. Aquilante in “pausa di riflessione”

Gricignano – Sarà un esponente di “Gricignano Attiva” il candidato sindaco della coalizione con il gruppo “Uniti Si Può Fare”, quest’ultimo che, cedendo la leadership all’alleato, avrà in cambio maggiore visibilità nella futura Giunta comunale in caso di vittoria alle amministrative della prossima primavera. Tradotto, nonostante manchi l’ufficialità: sarà Vittorio Lettieri, ex vicesindaco, che si contenderà la carica di primo cittadino con il sindaco uscente Vincenzo Santagata, ricandidato a capo di un’altra lista civica, che potrebbe avere un nome diverso dal precedente “CambiAmo Gricignano”. Una sfida tra i maggiori rappresentanti dell’ex amministrazione costituitasi dopo le elezioni dello scorso giugno e decaduta il successivo ottobre dopo le dimissioni in massa rassegnate proprio dai consiglieri di maggioranza di “Attiva” e di quelli di opposizione del gruppo “Uniti”.

Un accordo che, tuttavia, non ha convinto tutti i componenti di “Uniti”, molti che hanno deciso di prendersi una “pausa di riflessione”. Tra questi, in particolare, l’architetto Andrea Aquilante, ex vicesindaco della Giunta Moretti e candidato sindaco alle ultime amministrative. Attraverso un post su Facebook, Aquilante ha scritto: “Si tratta di una nuova elezione, di una nuova campagna elettorale e, come ho sempre detto, si mischiano le carte e si riparte. Ho fatto il possibile per tenere il gruppo unito ma non ci ‘siamo’ riusciti. Il tempo stringe e una decisione bisognava prenderla”. Poi Aquilante lascia intendere di volersi mettere, per ora, in disparte e di valutare addirittura di non candidarsi: “Personalmente, nel salutare e ringraziare ancora una volta tutti quelli che alle passate elezioni hanno creduto nel progetto della lista ‘Uniti Si Può Fare’ che capeggiavo, non sono, al momento, orientato a candidarmi in lista. Tante belle cose a tutti!”.

Le divergenze sulla leadership da affidare a Lettieri sono emerse durante un incontro tenuto da “Uniti” nella serata di mercoledì. La mattina seguente, tramite Giacomo Di Ronza, esponente del circolo “Insieme”, rientrante nel gruppo di “Uniti”, è stata diramata una nota in cui si legge: “Il gruppo ‘Uniti Si Può Fare’ da alcune settimane ha intrapreso un percorso politico con il circolo ‘Gricignano Attiva’, con il quale si è giunti alla condivisione di punti programmatici. Elemento prioritario, oltre che essenziale e indispensabile, su cui porre un’alleanza elettorale. Punti programmatici redatti da un gruppo di lavoro formato dalle due compagini. Nel corso dell’incontro tenutosi nella serata di mercoledì, dopo un’ampia discussione costruttiva, democratica e franca, è chiaramente emerso l’orientamento di poter concedere la guida della futura coalizione al circolo ‘Gricignano Attiva’. Ciò a fronte di una visibilità determinante in Giunta al fine di porre in essere, e tramutare in una forte azione di governo cittadino, la realizzazione dei punti programmatici sui quali si basa l’accordo elettorale”.

“Purtroppo – continua la nota – con profondo rammarico, a differenza di alcune settimane addietro, quando ad unanimità si decise di intraprendere un ragionamento politico con il circolo ‘Gricignano Attiva’, e quindi costituire un’alleanza elettorale con lo stesso, l’orientamento di cedere la guida della coalizione ad ‘Attiva’ non ha avuto il consenso unanime dell’intero gruppo di ‘Uniti’. Posizione legittima, ovviamente, che va oltretutto rispettata”. La nota si conclude con l’annuncio che nei prossimi giorni si terrà una riunione con ‘Gricignano Attiva’ per sottoscrivere i capisaldi dell’accordo elettorale: “Naturalmente – si legge ancora – questo rappresenta un punto di partenza. Siamo aperti al dialogo con chiunque voglia arricchire l’alleanza di ulteriori punti programmatici realizzabili e di idee. Su questo siamo certi di interpretare anche il pensiero di Gricignano Attiva”.

Insomma, il gruppo “Uniti” si sfalda e le sue varie anime sembrano destinate a ripartirsi tra le due liste di Lettieri e Santagata. L’attenzione, in particolare, è puntata sulle collocazioni che assumeranno i “pezzi da 90” di “Uniti”, ovvero l’ex sindaco Andrea Moretti, Gianluca Di Luise e lo stesso Aquilante, quest’ultimo che, pur avendo annunciato di poter restare a casa questo giro, in uno scenario generale così confusionario e di “carte mischiate”, potrebbe anche valutare un appoggio a Santagata. E’ probabile che ci penserà durante il soggiorno relax che trascorrerà nei prossimi giorni sull’isola di Ischia.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Aversa, crisi rifiuti. Gianluca Golia: “Il sindaco pretenda, non chieda, soluzioni da Regione” https://t.co/6n7Eljc74W

Aversa, scoperti e identificati i “zuzzusi” dell’isola ecologica https://t.co/w1S9soNhLv

Di Maio: “Salvini ha tradito gli italiani”. Salvini: “Basta insulti da chi è incollato alla poltrona” https://t.co/JNnwt8qFbr

Getta bottiglia di plastica in mare durante video su Fb: il ministro Costa lo denuncia (12.09.18) https://t.co/K3ZF20pSdp

Condividi con un amico