Napoli

Napoli, vigilante ucciso davanti Metro Piscinola: i tre baby-killer condannati a 16 anni

Sedici anni e sei mesi a testa. E’ la condanna per i tre componenti della baby gang che uccisero a bastonate un vigilante in servizio nella metro di Piscinola il 3 marzo scorso. Il verdetto del Tribunale dei minori è giunto al termine del rito abbreviato nel processo all’omicidio consumato all’esterno della stazione.

Il pm aveva chiesto 18 anni per ciascuno di loro. Il pm del tribunale dei Minori di Napoli aveva chiesto 18 anni a testa per i tre ragazzi, un 15enne, un 16enne e un 17enne, accusati di aver aggredito Franco Della Corte, 52 anni, residente a Marano. Ma ai tre minori sono state concesse attenuanti generiche perchè incensurati.La guardia giurata entrò in coma per non risvegliarsi più.

Il 15 marzo scorso poi il vigilantes morì; quella sera stessa la polizia arrestò i tre minorenni incastrati dall’andatura sbilenca di uno dei tre giovanissimi ripresa dalle telecamere di videosorveglianza. La baby gang agì per noia e per rubare la pistola di Della Corte. Entro questa sera il giudice pronuncerà la sentenza.

Leggi anche: 

Piscinola, guardia giurata uccisa da baby gang: targa in memoria di Francesco Della Corte (05.10.18)

Napoli, presi gli assassini del vigilante aggredito alla Metro di Piscinola: sono tutti minorenni (17.03.18)

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Condividi con un amico