Aversa

Da Aversa all’Islanda: i ragazzi del Liceo “Fermi” nella terra del ghiaccio e del fuoco

“Iceland, Here we come!”. Così hanno risposto gli studenti del Liceo “Fermi” di Aversa per dare l’avvio al nuovo progetto Erasmus+ KA2 “YES, Europe”, promosso dal dirigente scolastico professoressa Adriana Mincione. “Si all’Europa” è la parola d’ordine del nuovo progetto che apre la mente e proietta gli studenti in una dimensione internazionale. Una rappresentanza di studenti del curricolo Cambridge International, accompagnati dai docenti Giulia Gallo, Pasquale Pagano e Costanza Chirico, coordinatore del programma, sono approdati nella lontana Islanda insieme con i partner e amici della Germania, Slovenia e Grecia.

Un nuovo passo avanti nella sfida alla formazione, un nuovo percorso di crescita formativa che si va ad aggiungere alle numerose iniziative di scambio su cui il liceo scientifico “Fermi” investe per potenziare la formazione individuale dei suoi studenti. Per un’intera settimana, nel mese scorso, presso la scuola Fjolbrautaskolinn við Armula di Reykyavik, un fitto programma ha coinvolto gli studenti del “Fermi” in attività mirate all’acquisizione di soft skills e di competenze di cittadinanza attiva. Mediante le attività svolte a scuola è stato possibile comparare i sistemi scolastici in Europa mentre le visite a varie aziende locali fondamentali per l’economia del territorio, come la “Elding-Whale Watching”, nota agenzia turistica per l’osservazione di balene e delfini nel loro ambiente naturale e per lo studio della biologia marina, hanno dato l’opportunità di entrare in relazione con il sistema lavorativo islandese apprendendone le caratteristiche e le opportunità.

Non sono mancate le visite al territorio dal Golden Circle, noto parco turistico dell’Islanda del sud, ai geyser, le cascate e le aree vulcaniche, utili per l’accumulo di energia nella città mediante il lavoro geotermico e per l’alimentazione dell’agricoltura, essenziale anche per le difficoltà di importazione dei prodotti in queste terre lontane. “Le attività svolte durante la mobilità costituiscono un esempio di best practice che danno l’avvio ad un booklet che raccoglierà tutte le evidenze fino a settembre 2020 quando il progetto si chiuderà ad Atene”, commenta la professoressa Chirico.

Gli studenti del “Fermi”, intanto, sono già alle prese con la preparazione della prossima mobilità che si svolgerà ad Aversa dove accoglieranno gli studenti e i docenti provenienti dalla Germania, Slovenia, Grecia e Islanda dal 1 al 6 aprile 2019. Pronti per far conoscere il nostro territorio e le sue tante opportunità agli ospiti europei. To be continued!

IN ALTO UNA GALLERIA FOTOGRAFICA

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Aversa, De Cristofaro respinge accuse su Eav, buche e luminarie: "Facciamo fatti nel rispetto delle norme" - https://t.co/Wn6kqhMTOC

Trentola Ducenta, trasferimento mercato: per opposizione c'è rischio sospensione e spreco denaro pubblico - https://t.co/77F2Pr6WGy

Aversa, cena di beneficenza alla Salumeria del Seggio con lo chef Gaetano Torrente - https://t.co/1MqrCe3HSz

Aversa, “La politica che serve”: incontro alla Maddalena di Millennials e associazioni https://t.co/eoHmUx4HAK

Condividi con un amico