Aversa

Aversa, la storia dell’Educazione Fisica: il Liceo Siani celebra De Sanctis e Moro

Giovedì 6 dicembre, al Liceo Scientifico “Giancarlo Siani” di Aversa, si è svolto un seminario di studio organizzato dalla società italiana di storia dello sport tramite la sua delegazione a Caserta dal titolo: “Fare storia con la storia dell’educazione fisica e sportiva – Legge De Sanctis (1878) e Legge Moro (1958): confronti e riflessioni su due Ministri della ginnastica e dello sport”. Un evento promosso per celebrare i 140 anni della legge De Sanctis (1878) e ricordare l’onorevole Aldo Moro, barbaramente ucciso 40 anni fa, attraverso il suo operato di fine legislatore che 60 anni fa (1958) si è speso per la prima legge quadro moderna per l’insegnamento della educazione fisica nella scuola italiana.

Gli interventisti hanno dettato le linee guida storiche del concetto di educazione fisica in senso ampio, facendo ben intendere l’evoluzione concettuale e pratica della parola stessa. Il ministro della Pubblica Istruzione Francesco De Sanctis nel 1878 fu il primo in Italia a dare dignità alla disciplina della “ginnastica educativa” inserendola nel novero delle materie scolastiche considerate formative in tutte le scuole di ogni ordine e grado. Si ricorderà l’illustre uomo politico, molto conosciuto anche per la sua opera di studioso della letteratura italiana, considerandone le origini campane per esaltarne la trasmissione e l’attuazione di progetti di legge per l’istruzione dall’ambito borbonico a quello del nascente Regno dell’Italia unita.

Della legge Moro del 1958, considerata da molti studiosi una pietra miliare sul piano storico dell’Educazione fisica, si ricorderà come abbia risollevato le sorti di questa disciplina dopo i difficili momenti della ricostruzione del post-guerra, ricollocandola tra le materie curriculari e predisponendo l’ambito educativo a quello che sarà l’evento sportivo più importante che l’Italia abbia mai avuto, i Giochi olimpici di Roma (1960), con un’intesa tra mondo sportivo e mondo della scuola dai frutti fecondi e per certi versi ancora visibili.

Si è trattato, dunque, di ricordare due grandi personaggi della storia nazionale per il loro impegno nella diffusione dell’Educazione fisica e dello Sport, al fine anche di analizzare lo stato di questa materia nella scuola italiana dei nostri giorni alla luce della storia della sua legislazione. Un revival del passato che ha costituito un’esperienza di spessore per i discenti del quinto anno che hanno presenziato attivamente, con domande interessanti che gli hanno fatto comprendere appieno come lo sport abbia avuto un ruolo fondamentale in differente circostanze.

All’incontro, moderato da Raffaele Ciccarelli, giornalista, delegato della Società Italiana di Storia dello Sport (Siss), sono intervenuti la dirigente scolastica del Liceo Siani, professoressa Rosaria Barone, il coordinatore di Educazione fisica della Campania, professor Raimondo Bottiglieri, il referente di Educazione fisica di Crotone e storico della Siss, professo Santino Mariano, e il delegato della Siss Caserta, professor Luciano De Luca. L’organizzazione è stata del Dipartimento di Scienze motorie e dei professori Luciano De Luca, Domenico De Rosa, Angela Esposito, Annamaria Lucariello, Adele Pagano, Sergio Panico.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Merce contraffatta venduta on line: 26 indagati in tutta Italia - https://t.co/OGnkZYidsv

Truffa su centri di accoglienza in Liguria: arrestati soci di una cooperativa - https://t.co/ccNFMjaHLm

"Litter Hunter", dalla Campania arriva il robot marino che raccoglie la plastica in mare - https://t.co/a1EmtelmkF

Castel Volturno, scarichi in mare e fiume senza depurazione: indagati ex sindaco e manager - https://t.co/rnXuJyQsIS

Condividi con un amico