Sant’Arpino

Sant’Arpino, disservizi in città: “Libera Mente” ascolta i cittadini

Domenica 11 novembre, i residenti della zona Vasca di Castellone sono scesi in strada per parlare con i membri dell’associazione “Libera Mente per Sant’Arpino” delle problematiche presenti da tempo in quell’area della città ai confini con Succivo ed Orta di Atella. I santarpinesi hanno evidenziato problemi e disservizi come: le fogne intasate; la piazzetta e le strade non spazzate regolarmente; il verde lasciato all’incuria; la mancanza di una gestione adeguata del traffico cittadino, determinato in larga parte dalle uscite dei bambini dalle scuole; lo scarso controllo della polizia municipale, con la conseguente sosta selvaggia delle auto davanti agli ingressi residenziali.

Ancora: il pericoloso parcheggio sui marciapiedi nei pressi degli esercizi commerciali, originato dall’insufficienza di adeguati stalli di sosta; l’arrivo di bollette di acqua salatissime e la contemporanea disattenzione al verde pubblico con le piante lasciate inaridire senza un goccio d’acqua, noncuranza che rende le radici facilmente sradicabili dal vento; l’assenza di strisce pedonali in via Martiri Atellani, che rende l’attraversamento dei pedoni molto pericoloso; la totale assenza di un minimo di ornamento in occasione delle festività più importanti, che facciano sentire anche questa zona periferica della città parte integrante del comune di Sant’Arpino.

Alla tappa di ascolto organizzata dal gruppo autonomo ed indipendente ha preso parte anche il sindaco di Succivo, Gianni Colella, il quale si è dimostrato vicino e attento alle problematiche dei residenti della zona, ai confini con il suo comune. Tutte le rimostranze sono state raccolte dal gruppo “Libera Mente” e depositate da Iolanda Boerio, membro dell’associazione e consigliera comunale indipendente di opposizione, presso gli uffici dell’ente comunale e degli organismi competenti, con la richiesta di ottemperare ai numerosi disservizi.

Congiuntamente alle segnalazioni in zona Castellone, sono state protocollate anche le rimostranze dei residenti di Piazzetta Paradiso, che il 28 ottobre scorso avevano lamentato: la scarsa pulizia delle fogne; la mancanza di disinfettazione e derattizzazione; il mancato spazzamento della Piazzetta e delle strade adiacenti; l’inesistente manutenzione del verde pubblico; le bollette di acqua esagerate; l’Illuminazione inefficiente e la mancata sostituzione di lampadine non funzionanti; il controllo delle giostrine esistenti poco sicure e l’installazione di nuove prive di pericoli.

“Le precedenti segnalazioni – fa sapere Iolanda Boerio – sono servite ad ottenere un primo risultato, l’amministrazione comunale infatti, dopo il protocollo delle lamentele dei santarpinesi, ha deciso di potare le piante in zona Starza“. “Attendiamo adesso che venga anche rimossa la spazzatura lasciata ammonticchiata e che il sindaco Dell’Aversana risolva gli altri punti evidenziati”, conclude la consigliera. La prossima tappa di ascolto del cittadino è stata fissata per il 2 dicembre in piazza Umberto I.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Aversa, De Cristofaro respinge accuse su Eav, buche e luminarie: "Facciamo fatti nel rispetto delle norme" - https://t.co/Wn6kqhMTOC

Trentola Ducenta, trasferimento mercato: per opposizione c'è rischio sospensione e spreco denaro pubblico - https://t.co/77F2Pr6WGy

Aversa, cena di beneficenza alla Salumeria del Seggio con lo chef Gaetano Torrente - https://t.co/1MqrCe3HSz

Aversa, “La politica che serve”: incontro alla Maddalena di Millennials e associazioni https://t.co/eoHmUx4HAK

Condividi con un amico