Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Casal di Principe, incontro con Erri De Luca in Biblioteca

E’ il primo scrittore a rispondere alla «Chiamata alle Arti» per la prima Biblioteca di Casal di Principe. L’appello lanciato dal «Premio Buone Notizie» a scrittori, intellettuali, artisti per animare e tenere aperta la Biblioteca comunale della cittadina del Casertano, che non ne ha mai avuta una. Una sala lettura nata proprio grazie al sindaco Renato Natale che ha realizzato il sogno di una ragazzina, Maria Zagaria, studentessa della scuola media, che aveva chiesto proprio una biblioteca al primo cittadino, in una letterina nata per un compito in classe.

La «Chiamata alle Arti» per animare la Biblioteca – che è stata chiamata «Transit: scrittori di passaggio» ed è realizzata in collaborazione con l’Amministrazione – resterà aperta da novembre fino a maggio prossimo, per tutto l’anno in pratica, e tutti gli scrittori, intellettuali, artisti, personalità positive che vogliono partecipare, potranno farlo scrivendo a bibliotecacasaldiprincipe@gmail.com.

La «Chiamata alle arti» si inserisce nell’ambito delle iniziative per il 25esimo anniversario di don Giuseppe Diana, ucciso dalla camorra il 19 marzo del 1994. Erri De Luca di origine napoletana, forse il più importante scrittore italiano e uno dei maggiori europei, molto noto anche all’estero per la sua prosa poetica e per la sua incredibile vita: prima da muratore in Germania, poi da scrittore in Italia, incontrerà giovani e cittadini presso il Teatro della Legalità in viale Europea. Prima dell’incontro, alle ore 17, De Luca visiterà la Biblioteca comunale in via Matteotti.

«Casal di Principe è una cittadina simbolo per l’Italia e il mondo perché scenario di gravissimi fatti di sangue – spiega il sindaco Natale – conseguenza di trenta anni di occupazione militare criminale del territorio nella indifferenza di tutti; ma nello stesso tempo è la cittadina simbolo del rinascimento di una terra, del riscatto, della sua rinascita». «La nostra Chiamata alle Arti – spiega Luigi Ferraiuolo, segretario generale del Premio Buone Notizie – non si ferma qui. Ci saranno tanti nuovi ospiti, ma vi invitiamo a far girare l’appello, la notizia, perché solo con l’aiuto di tutti potremo raggiungere gli intellettuali, gli scrittori, gli artisti italiani, le personalità positive che potranno condividere con noi il rinascimento di Casal di Principe».

PROSSIMI APPUNTAMENTI – Il 3 dicembre, a Casal di Principe, alle ore 11, in Biblioteca, arriverà Federico Varese, il più importante criminologo al mondo, un italiano che dirige l’Istituto di Scienze Criminali di Oxford; il 14 dicembre sarà la volta di uno dei giornalisti più famosi d’Italia, Giovanni Floris, alle ore 16.30 in Biblioteca.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Mondragone, spaccio di droga e furti al "Regina degli Angeli": 5 indagati - https://t.co/mmpo0zvdyY

"La sedia vuota", Raffaele Sardo racconta 13 storie di vittime innocenti della criminalità - https://t.co/03wsyO1er8

Frattaminore, il “Novio Atellano” al campionato federale di pallavolo https://t.co/DaalKa5fAy

Aversa, i “Millennials” incontrano politica e associazioni: “Ora l’officina delle idee” https://t.co/M9TMIrfVAI

Condividi con un amico