Gricignano

Gricignano, si dimette anche l’ingegner Ferriello: “Chiara ingerenza politica”

Gricignano – Si dimette “per motivi di salute personale” e per “polemiche generate da chiara ingerenza politica” il responsabile dell’area tecnica del Comune di Gricignano, ingegner Davide Ferriello, il cui parere positivo all’ampliamento della Progest ha determinato le dimissioni di nove consiglieri comunali e la conseguente fine prematura dell’amministrazione guidata dal sindaco Vincenzo Santagata.

Ferriello, che ricopre analogo incarico al Comune di Carinaro, stamani ha protocollato le sue dimissioni, quasi in contemporanea con quelle dei consiglieri. “Ringraziandovi per la disponibilità dimostratami in questi mesi di collaborazione e per le esperienze che ho potuto maturare – ha esordito il tecnico – Vi comunico che è giunto per me il difficile momento di rassegnare le mie dimissioni irrevocabili, rimettendo il mandato che ho avuto fin qui l’onore e l’onere di avere conferito quale responsabile dell’area tecnica”. Poi è entrato nel merito: “Motivi di salute personale generati dalla gestione di due uffici tecnici, nonché dalle polemiche di questi giorni, generate da chiara ingerenza politica in meri atti tecnici esperiti, come sufficientemente preannunciato, nel doveroso rispetto della normativa vigente, per tutti superiore, fino a prova contraria, a qualsiasi altra soluzione, mi impongono questa scelta”. Infine, il congedo: “Sono stato accolto da tutti voi con un affetto e una cordialità difficili da dimenticare. Ho avuto l’opportunità di seguire progetti anche se con notevole criticità per carenze strutturali che hanno indubbiamente arricchito le mie competenze. Sono certo che il mio contributo sia stato da Voi apprezzato, e resto a disposizione per permettere un sereno passaggio di consegne”.

Stamani, intanto, i quattro esponenti di maggioranza (il vicesindaco Vittorio Lettieri, gli assessori Maria Rosaria D’Agostino e Lena Licciardiello e la consigliera Michelina D’Aniello), insieme all’intera opposizione (Andrea Moretti, Andrea Aquilante, Gianluca Di Luise, Giovanna Zampella, Carmine Della Gatta), hanno ufficialmente protocollato all’Ente le dimissioni firmate venerdì sera in uno studio notarile napoletano. Proprio il vicesindaco Lettieri, in una conferenza stampa tenuta ieri nella sede di “Gricignano Attiva” (guarda il video), aveva chiamato in causa l’ingegner Ferriello, ritenendo che avesse dato un parere divergente a quello che intendeva dare la maggioranza consiliare, contraria all’ampliamento della Progest. Poi, alla luce del via libera del dirigente in conferenza di servizi, Lettieri e i dimissionari hanno addossato le colpe al sindaco Santagata, il quale, però, a sua volta, sostiene che anche lui, come l’intera maggioranza, fosse contrario all’ampliamento. Non a caso, Santagata ritiene che il “gruppo Lettieri” abbia trovato semplicemente il pretesto per mandare a casa la sua amministrazione. Da parte sua, invece, Lettieri sostiene che il sindaco, sia in questa come in altre occasioni, non sarebbe stato capace di essere “il garante” dell’intera maggioranza.

Nel frattempo, Santagata, dopo il post al fulmicotone pubblicato sul suo profilo Facebook (al momento sua unica dichiarazione ufficiale, leggi qui), ha in programma un comizio pubblico che dovrebbe tenersi, meteo permettendo, nella mattinata di domenica prossima.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Lampedusa, migrante morto dopo naufragio: arrestati due scafisti - https://t.co/cg0PIYEd6c

Marano, sequestrata villa a prestanome del clan Polverino - https://t.co/2QEKgPchcq

Campania, pressioni su nomina Asl: condannato Paolo Romano, ex presidente Consiglio Regionale - https://t.co/eMMMsoYqCs

Castel Volturno, approvati finanziamenti per riqualificazione strade comunali - https://t.co/31xb3QbseP

Condividi con un amico