Home

Olimpiadi 2026: ufficializzata la candidatura Milano-Cortina. Appendino: “Incomprensibile”

“Il presidente del Coni Giovanni Malagò mi ha telefonato comunicandomi formalmente che il Coni ha presentato la candidatura di Milano-Cortina per l’Italia ai prossimi giochi olimpici del 2026”. Lo ha annunciato durante la riunione della Giunta regionale il presidente della Lombardia Attilio Fontana. “È una notizia che aspettavamo. Siamo molto contenti e inizieremo a lavorare alacremente perché diventi una candidatura approvata dal Cio”.

Il presidente del Veneto Luca Zaia: “Siamo ovviamente felicissimi di questa scelta. Ringrazio il governo, il Coni e tutti gli interlocutori che in questi mesi hanno lavorato per questa candidatura che onoreremo lavorando a testa bassa perché rimanga nella storia come un’Olimpiade memorabile. Avanti tutta!”. Zaia ha anche annunciato il piano operativo in vista delle Olimpiadi invernali 2026. “A tutti appuntamento a giovedì alle 12.00 a Venezia per la prima riunione operativa, con il Sindaco di Milano Sala, il Sindaco di Cortina Ghedina e con il mio collega della Lombardia Fontana”. Il sindaco di Milano Giuseppe Sala: “Un passo necessario e tanto atteso, ovviamente un passo, poi è chiaro che bisognerà adesso lavorare e accelerare sulla preparazione di un ottimo dossier perché abbiamo convinto il Coni e il Governo, ora dobbiamo convincere il Cio, però sono molto positivo”.

“Il Coni porti in votazione i dossier, la candidatura di Torino è ancora in campo. Si entri nel merito dei dossier, si analizzino costi in modo analitico e il Coni si assuma la responsabilità delle proprie scelte”. Lo afferma la sindaca di Torino, Chiara Appendino, commentando l’ufficializzazione da parte del Coni della candidatura di Milano e Cortina per le Olimpiadi invernali del 2026. “Chiederemo conto di questa scelta. Ci venga detto e dimostrato come questa candidatura possa stare in piedi senza risorse economiche e con costi maggiori rispetto alla nostra. Torino con le sue valli c’è, c’è sempre stata. Al Paese qualcuno dovrà spiegare perché si porta avanti una candidatura che prevede di costruire ex novo quando da un’altra parte si poteva fare senza costruire nulla, senza nessuno impatto ambientale, minore impatto economico. Era l’unico modello sostenibile dato che il Cio chiedeva di riutilizzare gli impianti”, aggiunge Appendino a margine di una conferenza stampa presso la Camera di Commercio di Torino. “Abbiamo combattuto fino alla fine per poter fare un’Olimpiade sostenibile. Io sono arrivata al punto di mettere le dimissioni sul tavolo per portare avanti questa candidatura, ci ho creduto fino in fondo. Non ho ancora visto costi e benefici di questa analisi”. 

“Stiamo presentando un progetto innovativo, secondo le linee di Agenda 2020 e le nuove norme, che includerà non solo le città di Milano e Cortina ma anche le rispettive Regioni, Lombardia e Veneto, entrambe pronte a sostenere l’offerta e fornire le garanzie”. Lo scrive il presidente del Coni, Giovanni Malagò, nella lettera al Comitato olimpico internazionale con cui oggi ha ufficializzato la candidatura italiana alle Olimpiadi 2026, resa nota dalla Regione Veneto. Nella missiva al presidente del Cio, Thomas Bach, Malagò annuncia che la presentazione della candidatura Milano-Cortina segue le decisioni del Consiglio dei Ministri di venerdi’ scorso e ha “il sostegno politico del nostro Governo”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Maltempo in Puglia, il Ponte del Ciolo diventa una "cascata" - https://t.co/QDyUShqdVl

Cesa, approvato progetto esecutivo per rete fognaria in via Fratelli Cervi - https://t.co/hqcTvo9ajv

La cocaina della 'Ndrangheta in Lombardia: arresti tra Corsico e Reggio Calabria - https://t.co/0NwNXg6Kzi

Traffico di droga nel Piacentino con "scalo" al porto turistico di La Spezia: 10 arresti - https://t.co/hZ5ZyeN0tu

Condividi con un amico