Napoli

Napoli, agguato a Secondigliano: ucciso uomo vicino al clan Licciardi

Torna a sparare e ad uccidere la camorra. Il corpo senza vita di un uomo, Francesco Climeni, di 55 anni, secondo gli inquirenti figura di spicco del clan Licciardi, è stato trovato ieri sera all’interno di un’auto in via Altair a Secondigliano. Sul posto polizia e carabinieri, in seguito sul posto è giunta anche la Scientifica.

Indagini prese in carico dagli agenti del commissariato di Secondigliano. Climeni divenne famoso per un celebre caso di ‘giustizia lumaca’: nel 2013 infatti dopo essere stato condannato per camorra lasciò il carcere per decorrenza dei termini. Sarebbe trascorso troppo tempo tra il primo e il secondo grado di giudizio. Un appuntamento con la morte. Fatale. Senza scampo. Potrebbe essere questa la chiave di lettura per ‘interpretare’ l’omicidio: è probabile che l’uomo sia stato attirato in una trappola mortale.

I riflettori della procura sono quindi puntati sul clan Licciardi, gruppo al quale Climeni apparteneva, dove da mesi si registrano tensioni. Climeni è infatti un ‘nome pesante’ nell’area nord: l’uomo infatti è indicato come fedelissimo della cosca della Masseria Cardone e in particolare del boss Vincenzo Licciardi. Il corpo dell’uomo, riverso nell’abitacolo del veicolo, è stato notato da alcuni passanti. La zona dove il cadavere è stato rinvenuto si trova tra il rione Berlingieri e il rione Kennedy a Secondigliano.

IN ALTO IL VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Pescara, baby gang aggredisce coppia di fidanzatini: 3 arresti - https://t.co/OgZppKCJCM

Napoli, armi e droga ai Quartieri Spagnoli: arrestato 29enne - https://t.co/732ghjrU8o

Napoli, bomboniere e confetti a forma di pistola - https://t.co/wDe7CKrPrv

Reggio Calabria, traffico di rifiuti speciali: sequestrate 2 aziende, 36 denunce - https://t.co/igVa9rXQdT

Condividi con un amico