Home

Mafia, arrestato in Romania il boss del narcotraffico Vito Bigione

La Squadra mobile di Trapani e lo Sco di Roma hanno arrestato, questa mattina, in Romania, Vito Bigione, boss mazarese inserito tra i 30 latitanti più ricercati. La cattura, realizzata assieme a reparti speciali della polizia romena, è avvenuta a Oradea. Bigione, 66 anni, condannato in via definitiva a 15 anni di reclusione per associazione finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, è stato uno dei primi broker che hanno messo in contatto Cosa nostra, la ‘ndrangheta e i cartelli sudamericani che gestiscono il traffico internazionale di cocaina. Le indagini, frutto di pedinamenti e altre attività investigative, hanno portato all’individuazione del nascondiglio negli ultimi dieci giorni.

Vito Bigione è stato ammanettato mentre stava uscendo per andare a fare la spesa. Il narcotrafficante era latitante dallo scorso 28 giugno, quando si era sottratto all’arrsto in seguito a una condanna definitiva della Cassazione. La prima denuncia per traffico di stupefacenti risale al 1995 e pochi mesi dopo si trasferì in Africa stabilendosi in Namibia. Lì era conosciuto come un armatore, ma i magistrati della Procura di Reggio Calabria lo inserirono in una indagine antimafia, poi divenuta l’operazione “Igres”.

Nei primi anni del 2000 era accusato di aver organizzato, a partire dal 1992, il trasporto di centinaia di chilogrammi di cocaina da Brasile, Colombia e Namibia all’Italia. Carichi finanziati dalla famiglia mafiosa Agate di Mazara del Vallo e dalla cosca di Marando di Platì, Reggio Calabria. Proprio per il suo ruolo di mediazione e raccordo tra Cosa Nostra, ‘ndrangheta e cartelli colombiani, “il commercialista” era nella lista dei 30 latitanti più ricercati.

IN ALTO IL VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Il teatro come risposta al razzismo: i ragazzi del Liceo 'Massimo' di Roma in scena a Maiano di Sessa Aurunca - https://t.co/B6pk2ZbEXD

A Capri arrivano 100 scacchisti per il torneo internazionale intitolato a Lenin - https://t.co/R2LTiCIYy5

Strage di San Marco in Lamis: arrestato uno dei killer - https://t.co/uKHKewnXeh

Roma, ritrovati dipinti del '600 rubati ai Parioli - https://t.co/9bD7hw89N4

Condividi con un amico