Home

Ispica, sequestrati 190 chili di marijuana: arrestati due albanesi

Nel corso dei servizi svolti per il contrasto dei traffici illeciti operati sul territorio, nel week-end i militari del comando provinciale di Ragusa, in collaborazione con i colleghi di Catania, hanno effettuato un ingente sequestro di sostanza stupefacente, destinato con ogni probabilità al mercato clandestino ibleo, arrestando i due responsabili, entrambi di nazionalità albanese. Nel pomeriggio di sabato 29 settembre, una pattuglia della Tenenza di Pozzallo, in servizio di Pubblica Utilità “117”, ha intercettato in località Marina Marza, ad Ispica, un furgone utilizzato per trasporti di tipo commerciale. Il comportamento dell’autista del mezzo, che si aggirava in una zona così isolata e periferica, insospettiva i finanzieri i quali decidevano di intraprendere una attività pedinamento occulto. In questo frangente il mezzo veniva visto prima entrare all’interno di un cancello di una abitazione privata e, dopo circa 30 minuti, lasciare la stessa senza che fosse stato notato un motivo plausibile per tale sosta. A questo punto i militari decidevano di seguire nuovamente il mezzo al fine di fermarlo ed esperire i dovuti controlli.

Il conducente del mezzo, C.J., di 26 anni, manifestava sin dal primo momento evidenti segni di nervosismo, risultando piuttosto impreciso circa il carico trasportato, la località di consegna e le ragioni per le quali si trovava in una zona così poco interessata da trasporti commerciali. La situazione diventava più chiara in seguito, quando, aprendo i portelloni del mezzo, i militari percepivano un intenso odore di Marijuana seppure il furgone apparisse vuoto. Ritenendo che ci potesse essere stato poco prima, presso l’abitazione appena lasciata, lo scarico di un ingente quantitativo di stupefacente, la pattuglia dava notizia dei fatti alla Sala Operativa, richiedendo ulteriore supporto e l’intervento degli specialisti del Gruppo Operativo Antidroga del Nucleo di polizia economico finanziaria di Catania. Veniva quindi effettuata l’irruzione all’interno dell’abitazione dove il mezzo aveva sostato. Qui veniva trovato un altro cittadino albanese (A.A., di 28 anni) e, nascosti in una camera, 45 sacchi di plastica contenenti marijuana per un peso complessivo di circa 188 chilogrammi.

Sentito il magistrato di turno della Procura di Ragusa, Monica Monego, sono quindi scattate le manette per i due soggetti individuati, entrambi ritenuti responsabili del traffico di sostanze stupefacenti. Nel corso della perquisizione effettuata sul mezzo, infatti, grazie all’intervento delle unità cinofile, oltre ad essere confermata in maniera evidente la contaminazione di stupefacente dell’ambientale veicolare, è stato scoperto anche il vano doppiofondo, ben celato da un pannello amovibile, nel quale lo stupefacente era stato trasportato e consegnato presso l’abitazione di Ispica. Insieme allo stupefacente, sono stati posti sotto sequestro il furgone utilizzato e denaro contante pari a 3mila euro, trovato in possesso dei due arrestati. Il carico di marijuana intercettato, qualora immesso sul mercato clandestino, avrebbe potuto fruttare, al dettaglio, circa un milione e mezzo di euro. L’ingente sequestro è uno dei più importanti mai operati in Provincia di Ragusa e testimonia il costante impegno delle Fiamme Gialle iblee nella lotta ai traffici illeciti sul territorio.

IN ALTO IL VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Casapesenna, De Luca inaugura centro servizi dell'area Pip - https://t.co/gn463FNtRp

Santa Maria Capua Vetere, campione di arti marziali assolto da reato di rapina - https://t.co/Eef4eYfZcD

Aversa, crisi mercatini natalizi: la Lega chiede ubicazione più consona - https://t.co/Rq1YkNVXXS

Marcianise, "I mestieri dello Spettacolo": incontro con Lello Marangio - https://t.co/FW8Jj8MTiI

Condividi con un amico