Caserta Prov.

Scuole casertane, Magliocca: “Al lavoro per Piano Dimensionamento e manutenzione”

La Provincia di Caserta intende presentare, anche quest’anno, alla Regione Campania un piano di dimensionamento della rete scolastica provinciale, condiviso con i sindaci, dirigenti scolastici e sindacati, con nuovi indirizzi formativi, più rispondenti ed omogenei ai bisogni, alla vocazione dell’economia del territorio provinciale, in modo da non sguarnire l’offerta formativa e salvaguardando, nel contempo, il mantenimento degli attuali livelli occupazionali del personale degli istituti scolastici. Ad annunciarlo è il presidente Giorgio Magliocca (nella foto), per il quale “occorre una visione d’insieme, che non penalizzi nessuno e che generi, in pari tempo, presidi scolastici a tutela della legalità e della cultura”. Magliocca ha tenuto degli incontri preparatori del piano di dimensionamento insieme ai consiglieri provinciali Vincenzo Galantuomo e Stefano Di Grazia, delegati in materia.

Proprio stamane si è conclusa la prima fase per la predisposizione del piano di dimensionamento scolastico e di programmazione dell’offerta formativa per l’anno scolastico 2019/2020, con l’ultimo dei quattro incontri preliminari con gli amministratori locali, i dirigenti scolastici, le organizzazioni sindacali del territorio, convocati appositamente. E’ stata la fase del confronto e dell’ascolto di proposte, di suggerimenti, alla quale seguirà quella della valutazione da parte dell’Ente delle richieste di nuovi indirizzi di offerte formative, che dovranno pervenire entro il prossimo 15 settembre. Si procederà, quindi, alla loro valutazione, per poi inoltrare il piano di dimensionamento alla Regione entro il prossimo 5 ottobre per l’approvazione definitiva.

Il lavoro preparatorio del piano di dimensionamento si aggiunge al notevole passo in avanti compiuto dall’Ente, con un imponente sforzo economico ed organizzativo in questi ultimi mesi, per quanto riguarda le innumerevoli problematiche del mondo della scuola casertana, nonostante le note difficoltà economiche in cui versa ancora la Provincia. “Grazie ad una volontà politica determinata, sensibile alla problematica della sicurezza scolastica – spiega Magliocca – in questi ultimi mesi, le richieste avanzate, da parte degli istituti, di innumerevoli interventi tecnici, ove possibile, sono state accolte, con la collaborazione e disponibilità dei dirigenti e del personale dell’Ente che, in prima persona, si sono assunti responsabilità immense. In tal modo, tutti gli Istituti della provincia sono stati dotati di certificazioni di messa in sicurezza a terra, sono stati svolti numerosi interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria. Un vanto di questa amministrazione è sicuramente la riapertura, in tempi eccezionalmente brevi, dell’istituto ‘Buonarroti’ di Caserta, tenuto conto delle particolari problematiche tecniche dell’edificio. Per far fronte a tutte queste problematiche, davvero di emergenza, sono stati utilizzati ulteriori fondi, oltre a quelli già previsti, sono state avviate circa cento gare, ferme da più di quattro anni, si è garantita l’erogazione del calore sia in orario scolastico che serale per tutti gli istituti del territorio”.

Quest’anno sono state affidate, o sono in corso di esecuzione, 26 gare, che prevedono lavori su impianti antincendio per l’ottenimento del Certificato prevenzione incendio (Cpi), oltre ad altre 45 gare per lavori di manutenzione straordinaria negli istituti, per lo più per la impermeabilizzazione delle coperture degli immobili ed impianti igienici. Mentre, in attesa dell’approvazione di progetti antincendio, da parte dei Vigili del fuoco, sono in programma 11 interventi tecnici ed altri 20 sono in fase di progettazione. E stato trasmesso al Ministero delle Infrastrutture, su richiesta di quest’ultimo, il monitoraggio delle strutture scolastiche più critiche, 32 istituti, per un costo presuntivo, per il loro adeguamento, sotto il profilo della sicurezza sismica, pari a circa 106 milioni di euro.

Attraverso il finanziamento chiesto ed ottenuto dal Ministero dell’Istruzione sono in corso di espletamento ulteriori lavori, consistenti in demolizione parziale e ricostruzione nei seguenti istituti: Ipia di Alife, per un importo di 1 milione e 292mila euro; Ipia di Sessa Aurunca, per un importo di 694mila euro; lavori di restauro conservativo Itas “Coppola” di Piedimonte, per un importo complessivo di 2 milioni e 651.983 euro; lavori di nuova costruzione all’Ipsart “Drengot” di Aversa, per un importo di 1 milione e mezzo di euro. Ancora, sono stati richiesti finanziamenti, a valere sul Fondo europeo di sviluppo regionale (Fers) per 15 istituti scolastici, per interventi di messa in sicurezza e riqualificazione degli stessi e, precisamente, per Aversa (Liceo Classico “Cirillo”, Itet “Gallo”, Liceo Scientifico “Fermi”, Isis “Volta”, Its “Andreozzi”); Caserta (Liceo Statale “Manzoni”, Liceo Artistico Statale “San Leucio”, Liceo Classico “Giannone”); per Maddaloni (Liceo Statale “Don Gnocchi”, Liceo Scientifico “Cortese”); per Mondragone (Liceo Scientifico “Galilei”); per Capua (Liceo Statale “Pizzi”); per Vairano Scalo (Liceo Scientifico “Da Vinci”, Isiss “Marconi”); per Piedimonte Matese (Isiss “Caso”).

L’importo complessivo del finanziamento richiesto per tutti questi interventi è di circa 59 milioni di euro. Per quanto riguarda, invece, la partecipazione al recente bando regionale, sono stati richiesti finanziamenti per l’adeguamento sismico di vari Istituti, partecipazione ritenuta esclusa dall’assessorato regionale, per un presunto ritardo nella presentazione dell’istanza, attualmente vi è un ricorso in atto.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Kenya, il tempio induista di Nairobi https://t.co/Xs8Y8Ti8J6

Aversa, Pd: “Maggioranza imbavagliata dal sindaco selfista” https://t.co/yNl6zMUKex

Kenya - Il tempio induista di Nairobi (24.09.18) https://t.co/J5Z3ucczZr

Aversa, Pd: "Maggioranza imbavagliata dal sindaco selfista" - https://t.co/WIRVEJkPaS

Condividi con un amico